THE AMAZING SPIDER-MAN 3 – ANDREW GARFIELD PARLA DEL FILM MAI REALIZZATO (2022)

Arrivati quasi ad un anno dopo l’uscita di Spider-Man: No Way Home, Andrew Garfield ha speso due parole riguardo l’abbandono verso l’ipotetico film ovvero: The Amazing Spider-Man 3

Per come sappiamo, Andrew Garfield prima dell’ormai iconico Spider-Man: No Way Home, aveva ricoperto per l’ultima volta il ruolo di Peter Parker in: TASM2 ma notizia ormai risaputa, ha fallito sotto quasi ogni aspetto e per citarne alcuni: botteghino e con la critica.

Sebbene, non è molto piacevole sperare che un film fallisca, tutto questo ha portato il nostro amichevole Spider-Man di Garfield a tornare e a diventare parte del MCU infatti, il presidente della Marvel Studios, Kevin Feige ha appena colto l’opportunità di convincere la Sony ha poter condividere il personaggio.

In tutto questo, come si sente esattamente Andrew Garfield a riguardo?

Andrew Garfield as Spider-Man

PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATI SU TUTTE LE NEWS, SEGUITE IL NOSTRO CANALE TELEGRAM!


Ecco cosa ha raccontato Andrew Garfield!

In un’intervista avuta con GQ, l’attore ha commentato come si è sentito a dover abbandonare TASM3 e come si è sentito, quindi, a dover interrompere il suo viaggio come Spider-Man.

Andrew Garfield ha ammesso come se ci fosse un qualcosa che ha dovuto risolvere da solo:

Non so se mi aspettavo di fare di più. Ero molto aperto al fatto che fosse qualsiasi cosa fosse destinata a diventare. Ma c’era una sensazione di disfatta. Tipo: “Che cos’era quell’esperienza? E come posso chiudere quel cerchio nel mio salotto da solo? E lo stavo facendo, e poi è stato come quella cosa classica, quando stai superando una relazione e stai iniziando a sentirti davvero libero e slegato da quella cosa, la persona sa di chiamare l’ora dopo la prima notte di sonno buono che hai avuto.

Andrew Garfield

L’attore ha voluto poi condividere un piccolo ricordo riguardo No Way Home:

Ma fare No Way Home è stato davvero bellissimo. Ho potuto trattarlo come un cortometraggio su Spider-Man con i miei amici. Non avevo più pressione. Era tutto sulle spalle di Tom. È la sua trilogia. E io e Tobey eravamo lì per fornire supporto e divertirci il più possibile, in realtà, ed essere il più possibile inventivi, fantasiosi e un po’ scemi. Sai, tra tutti e tre pensavo: “Oh merda, sarà interessante”. Ci sono tre persone che si sentono davvero padrone di questo personaggio. Ma è stato davvero, come dire, la fratellanza prima di tutto, credo. E credo che questo emerga da ciò che abbiamo girato.

Andrew Garfield

Andrew Garfield ha fatto notare come dirigere il franchise stesso fosse un problema:

Era un lavoro completamente diverso per ognuno, Tom Holland deve portare avanti questi film ma a differenza di prima, fanno parte del più grande macchinario Marvel, voglio dire che dopo un pò sono troppo in alto per poter fallire, mi sono ritrovato lì, dopo Tobey Maguire, a dover realizzare un film completamente da solo, senza nessuna garanzia per poterlo rifare.

Andrew Garfield

Ha continuato dicendo che, per lui affrontare la serie di Amazing era troppo da affrontare e che avrebbe preferito fare teatro per tutta la vita:

Ma mi sento ancora giovane. Penso di me stesso come ventiseienne. Mi dico: “Cazzo, è stata una cosa grossa da affrontare”. È una tonnellata di merda da affrontare. E io volevo affrontarlo. Ero pronto. Ero così pronto. Non mi è sembrato pesante. Ma credo che ci siano stati elementi che sono stati molto… Ho percepito il pericolo per me stesso, in termini di fama ed esposizione. Anche quando ho accettato The Amazing Spider-Man, pensavo: “Voglio assicurarmi di fare Angels in America e Death of a Salesman tra qualche anno.

Voglio essere prima di tutto un attore di teatro, perché mi sembra sempreverde. Se posso fare teatro per il resto della mia vita davanti a un pubblico di 50 persone a sera, so che la mia vita sarà soddisfacente. Non è un’affermazione banale, lo so davvero. Se tutto il resto venisse a mancare, se non potessimo mangiare qui [fa un gesto verso la sala da pranzo, con la vista sull’oceano], affitterei un appartamento a Londra e potrei fare teatro.

Andrew Garfield
Andrew Garfield

SEGUITECI ANCHE SULLA NOSTRA PAGINA INSTAGRAM PER RIMANERE SEMPRE SUL PEZZO!


Cosa sarebbe potuto diventare?

Purtroppo, dopo TASM2 la voglia di voler continuare la serie era bassa dopotutto, non è stato accolto bene.

Eppure proprio dopo No Way Home, il mondo sembra aver cambiato completamente idea. Sono nate tantissime petizioni sul web per poter dar vita ad un prossimo film con lo Spider-Man di Andrew Garfield che tralaltro, lo stesso Tom Holland sostiene una di queste petizioni.

Purtroppo, lo stesso Garfield è stato colpito dal recente supporto dato dai fan e ha notato come in realtà, l’idea di poter fare scontrare il suo spara ragnatele con il Venom di Tom Hardy fosse una bella idea.

Recentemente sul web si sono sparsi diversi rumor riguardo la presenza di Garfield insieme a quella di Maguire con un cameo in: Across the Spider-Verse o addirittura nel terzo film: Beyond the Spider-Verse non si escludono però, tutti i rumor che girano intorno la sua possibile presenza all’interno dell’atteso Secret Wars.

Si spera inoltre che la presenza di Garfield sia imminente rispetto ad altri, essendo che molti sentono la sua mancanza con un film.

Nel frattempo, vi ricordiamo che Across the spider-verse arriverà nelle sale il 2 giugno del 2023

Across The Spider-Verse

SEGUITECI ANCHE SUL NOSTRO PROFILO TIKTOK, IN CUI PUBBLICHIAMO EDIT E VIDEO NEWS, A TEMA MARVEL!


Voi che ne pensate? vi piacerebbe rivedere Andrew Garfield nei panni di Peter Parker?

Fonte: The Direct

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.