VideoGames

Assassin’s Creed – Come giocare tutti i videogiochi della saga in ordine! (2024)

Giocare ai vari capitoli della saga di Assassin’s Creed nell’ordine corretto può essere un compito arduo, con più di 18 titoli che saltano verso periodi diversi della storia e raccontano una metanarrativa secolare che è destinata a svolgersi in un ordine specifico. Dato che da poco è stato rilasciato il primo trailer in CGI di Assassin’s Creed Shadows, prossimo videogioco principale della saga, riteniamo che sia meglio giocare tutta la saga per avere una visione chiara specialmente sui concetti cardine della storia, e abbiamo deciso di scrivere un articolo in cui è riportato l’ordine nel quale giocare tutti i videogiochi della serie, comprendendo i capitoli principali e gli spin-off. Sono stati esclusi, per ragioni di praticità, i fumetti, le webtoon e qualsiasi forma di medium che non sia un videogioco.


PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATI SU TUTTE LE NEWS, SEGUITE IL NOSTRO CANALE TELEGRAM!


Assassin’s Creed (2007)

Il primo gioco ha introdotto Desmond Miles, un prigioniero dell’epoca moderna costretto a rivivere i ricordi del suo antenato Altaïr, un membro degli storici Assassini, durante la Terza Crociata nel 1191. Mentre danno la caccia ai membri dei Cavalieri Templari, i giocatori si arrampicano e fanno parkour attraverso Damasco, Acri e Gerusalemme, perseguono una rete di obiettivi da assassinare finché i punti della storia apparentemente non collegati si uniscono in un quadro inquietante di cospirazione e tradimento.

Assassin’s Creed II (2009)

Mentre Desmond viene liberato dalla prigionia dai moderni Assassini, i giocatori conoscono un altro antenato degli Assassini: l’affascinante giovane Ezio Auditore da Firenze, che opera durante il Rinascimento italiano. Immaginando un mondo in cui Assassini e Templari combattevano segretamente per controllare la storia, il gioco espande notevolmente l’arsenale di inganni a disposizione dei giocatori in un’avvincente trama di cospirazione, vendetta e che presenta anche le origini nascoste dell’umanità.

Assassin’s Creed Brotherhood (2010)

Il secondo capitolo della trilogia di Ezio ci mette nei panni di un Ezio più anziano a Roma, dove intraprende una guerra clandestina contro la famiglia Borgia, collegata ai Templari, il tutto mentre testa le macchine da guerra del leggendario Leonardo da Vinci e acquista le attività della città per creare un piccolo impero per gli Assassini, nel quale i giocatori possono reclutare cittadini e chiamarli a combattere o assassinare i nemici per loro.

Assassin’s Creed Revelations (2011)

L’avventura finale di Ezio porta i giocatori a Costantinopoli (la moderna Istanbul) sulle tracce di artefatti che gli permettono di rivivere i ricordi nascosti di Altaïr. Una nuova lama consente a Ezio di scivolare lungo le zipline e lanciarsi sui muri, mentre un arsenale di bombe creabili offre una serie di novità per tenere al guinzaglio i nemici Templari.

Assassin’s Creed III (2012)

La storia di Desmond si conclude in Assassin’s Creed III, che si svolge durante la rivoluzione americana del XVIII secolo vissuta dall’assassino Connor, metà inglese e metà nativo americano. Un rinnovamento totale del gameplay della serie ambientato a Boston, New York e in una vasta frontiera, ha introdotto la corsa libera nella natura selvaggia e l’abilità di nascondersi nell’alta vegetazione (entrambi presenti nello spin-off associato, Assassin’s Creed Liberation, ambientato a New Orleans e con Aveline de Grandpré), nonché il primo incontro della serie con il combattimento navale.

Assassin’s Creed IV: Black Flag (2013)

Assassin’s Creed IV prende quel combattimento navale di AC III e lo trasforma in un open world caraibico, permettendo ai giocatori di alternarsi liberamente tra l’incarnazione del pirata diventato assassino Edward Kenway e il pilotaggio della sua nave migliorabile per saccheggiare altre navi e demolire fortezze marine. Lo spin-off associato, Assassin’s Creed Freedom Cry, continua la storia con il primo ufficiale di Edward, Adéwalé, che combatte schiavisti e Templari intorno a Saint Domingue (la moderna Haiti).

Assassin’s Creed Rogue (2014)

Continuando lo stampo marinaro, Assassin’s Creed Rogue è ambientato nel periodo della Guerra dei Sette Anni a New York, nella valle del fiume nord-orientale e nel gelido Nord Atlantico. È anche l’unico Assassin’s Creed ad avere come protagonista un Templare, poiché l’ex assassino Shay Cormac cambia fazione e sperimenta la fine delle sue tattiche da Assassino in un continuo gioco dove la preda diventa il predatore.

Assassin’s Creed Unity (2014)

Pubblicato lo stesso anno di Rogue, Assassin’s Creed Unity è ambientato durante la Rivoluzione francese in un modello 1:1 di Parigi. Reinventando il parkour del franchise per consentire l’attraversamento anche verso l’alto e verso il basso, presenta anche un nuovo sistema di combattimento che espande notevolmente la scelta delle armi dei giocatori e introduce le parate a tempo.

Assassin’s Creed Chronicles (2015-2016)

Una trilogia di giochi action-stealth 2.5D ambientati nella Cina del XVI secolo, nell’India del XIX secolo e nella Russia dell’inizio del XX secolo, Assassin’s Creed Chronicles vede i giocatori nei panni di Shao Jun, Arbaaz Mir e Nikolai Orelov, membri della Confraternita che usano l’ambiente a loro vantaggio mentre sono sulle tracce di un artefatto noto come Scatola dei Precursori.

Assassin’s Creed Syndicate (2015)

Ambientato nella Londra vittoriana durante la Rivoluzione Industriale, Syndicate introduce treni e carrozze dirottabili (che fungono anche da nascondigli mobili per i giocatori e/o le loro vittime), oltre a rivoltelle, kukri e un lanciatore di corde che consente agli Assassini Jacob ed Evie Frye di attaccarsi ai tetti o creare zipline sopra gli ampi viali di Londra.

Assassin’s Creed Origins (2017)

Narrando la storia di Bayek, un medjay la cui ricerca di vendetta lo porta a co-fondare gli Assassini (noti inizialmente come Occulti) nell’Antico Egitto, Assassin’s Creed Origins reinventa quasi tutto ciò che riguarda la serie, dal dare ai giocatori un’aquila esploratrice e la capacità di scalare qualsiasi superficie al creare un sistema di combattimento più aperto che consenta ai giocatori di impugnare archi, scudi e un’ampia varietà di armi da mischia. Origins ha anche introdotto una nuova protagonista moderna, l’ex ricercatrice Abstergo Layla Hassan, che torna anche nei due giochi successivi.

Assassin’s Creed Odyssey (2018)

Assassin’s Creed Odyssey, un’enorme epopea che abbraccia l’antica Grecia, consente ai giocatori di scegliere tra i fratelli mercenari spartani Alexios e Kassandra e di metterli al comando della propria nave piena di soldati. Odyssey consente inoltre ai giocatori di sbloccare abilità apparentemente mistiche della Prima Civilizzazione – come teletrasportarsi su una lancia appena lanciata o sopravvivere incolumi a qualsiasi caduta – e di combattere con mostri usciti direttamente dall’antico mito greco.

Assassin’s Creed Valhalla (2020)

Ricreando l’occupazione vichinga dell’Inghilterra nel IX secolo, Assassin’s Creed Valhalla mette i giocatori nei panni del capo norreno Eivor, che combatte per stringere alleanze in tutto il paese mentre stabilisce una nuova casa per il proprio clan. Introducendo un rinnovato sistema di combattimento a due mani, Valhalla consente ai giocatori di vagare per le campagne dell’Inghilterra, lanciare incursioni contro i villaggi lungo i fiumi e combattere assedi su vasta scala contro diverse fortezze.

Assassin’s Creed Mirage (2023)

Chiudendo il cerchio della saga, Mirage si concentra sulle origini di Basim, il Maestro Assassino conosciuto in Valhalla. Enfatizzando la furtività rispetto al combattimento, Mirage offre ai giocatori un arsenale di gadget e tecniche che permettono loro di confondersi e nascondersi dalle guardie della Baghdad del IX secolo, riportando allo stesso tempo la struttura investigativa del primo gioco e la magia che ha reso famosa la saga in tutto il mondo.


SEGUITECI ANCHE SUL NOSTRO PROFILO TWITTER, SU CUI PUBBLICHIAMO LE PIÙ IMPORTANTI NOTIZIE DEL MONDO NERD!


Fonte: Ubisoft

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *