BLACK ADAM – ECCO LA NOSTRA RECENSIONE! (2022)

Finalmente il giorno è arrivato e da giovedì scorso, il 20 ottobre, possiamo andare a vedere in tutti i cinema italiani colui che è entrato a gamba tesa nel DCEU e che si propone di spostarne gli equilibri! Per la regia di Jaume-Collet Serra, stiamo ovviamente parlando di Black Adam, film con protagonista Dwayne ‘The Rock’ Johnson, Pierce Brosnan, Aldis Hodge, Noah Centineo e Quintessa Swindell. Ed ecco noi di NerdAlQuadrato a proporvi la nostra recensione del film. Buona lettura!

La nostra recensione di Black Adam sarà divisa in tre categorie: la parte no-spoiler, la parte spoiler e infine la parte dedicata alla post credit e considerazione del finale.

BLACK ADAM - ECCO LA NOSTRA RECENSIONE! (2022)

PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATI SU TUTTE LE NEWS, SEGUITE IL NOSTRO CANALE TELEGRAM!


Recensione No-Spoiler

Black Adam, un film che è una origin story su uno degli anti eroi più famosi in casa DC Comics, e per il cui ruolo The Rock ha dato l’anima (come si vedrà all’interno della pellicola) e per il quale si sta preparando da 15 anni. Era il lontano 2007 quando Dwayne Johnson fu annunciato per il ruolo, e le aspettative sono veramente molto alte e posso già dirvi che non verranno deluse. Il protagonista ruba letteralmente la scena ogni volta che lo vediamo, e riesce a trasmettere le vibes giuste al momento giusto con la sua possenza, le poche (per fortuna) battute con quel velato sarcasmo che ne fanno un personaggio molto godibile.

Black Adam è un film che si ha qualche difetto ma che nel complesso direi che funziona veramente bene, strizza un po’ troppo l’occhio al passato con l’atmosfera da action movie e allo stesso tempo cinecomic che si potevano avere 15 o 20 anni fa. La trama è comunque rimasta coerente dall’inizio alla fine, noi vediamo l’origine di Teth Adam che poi diverrà Black Adam con un plot twist di cui vi parlerò nella parte spoiler che mi ha fatto storcere il naso, vediamo l’introduzione della Justice Society of America chiamata da Amanda Waller per contrastare il nostro anti eroe.

BLACK ADAM - ECCO LA NOSTRA RECENSIONE! (2022)
Black Adam

Nonostante le 2 ore frenetiche di scene action sono a mio avviso a dare, seppur accennata, la giusta caratterizzazione ad ogni personaggio e sicuramente verranno approfonditi in un film su di loro dato che la nuova dirigenza Warner sembra che nel proprio futuro cinematografico voglia sia la Justice League che la Justice Society of America. La storia seppur semplice, e a tratti qualcuno potrebbe dire banale, funziona ed abbiamo un evoluzione della storia che da al film una giusta struttura. La regia può piacere o meno perché il buon Jaume utilizza lo slow motion, che a me piace molto, di Snyderiana memoria avendo comunque una bella fotografia che in parte strizza l’occhio ai vecchi film del DCEU.

Dunque a mio avviso regia più che promossa, davvero molto buona, l’unica cosa di cui molti fans si lamenteranno forse sarà il villain con una CGI non eccelsa e che sarà anche dimenticabile ma non di certo il peggior villain anche perché ha messo in difficoltà inizialmente i nostri protagonisti e comunque poi è servito al suo ruolo. Concludendo la parte non spoiler vi invito caldamente a vedere il film se non l’avete ancora fatto, perché la pellicola è godibilissima e sicuramente sarà un ottimo punto di partenza per il DCEU aspettando il soft reboot che avremo con The Flash a giugno.

Voto: 8/10

BLACK ADAM - ECCO LA NOSTRA RECENSIONE! (2022)
Black Adam – Doctor Fate e Hawkman

Recensione Spoiler

Il film inizia e dopo poco abbiamo subito un una scena acton molto ben forte e ben fatta, caratteristica di tutto il film in quanto non ci sono state scene confusionarie, infatti l’archeologa Adriana Tomaz (interpretata da Sara Shani) trovandosi in una brutta situazione mentre cercava la Corona di Sabbac decide di recitare la formula e svegliare Black Adam. Questo perché la Corona è molto pericolosa, in quanto può trasformare chi ne recita la formula nel demone Sabbac, detto ciò nell’incredulità di tutti qualcosa si materializzare ed è proprio Teth Adam che dopo 5000 anni si risveglia e praticamente fa fuori tutti ma cosa molto importante salva la donna che l’ha risvegliato.

Il film è farcito di scene action e di botte a tutto spiano, e perciò le 2 ore volano rendendo il film molto scorrevole, mantenendo però la violenza entro certi limiti essendo un film per famiglie infatti non si vedono sangue e scene splatter (come in The Suicide Squad) e molti vengono polverizzati nei combattimenti.

La comicità è rimasta dentro certi limiti e questo l’ho apprezzato, soprattutto il sarcasmo quasi involontario di Black Adam e le battute con giovane il giovane Tomaz che lo ammira molto. La Justice Society of America come ho detto prima mi è piaciuta molto, certo era un film di due ore e su Black Adam per cui per quel poco sono stati caratterizzati nel modo giusto.

BLACK ADAM - ECCO LA NOSTRA RECENSIONE! (2022)
Black Adam – Hawkman

Mi è piaciuto come siano stati presentati uno a uno all’inizio da Hawkman che parlava con la Waller, Cyclone la ragazza super intelligente a cui hanno impiantato dei nanobot e che può trasformarsi in vento, che poi farà le veci del dottore nel gruppo quando il nostro amato elettricista è stato ferito. Atom Smasher personaggio molto interessante, il rookie del gruppo e quello che sembra il meno esperto ma che secondo me ha molto potenziale da dare, e la scelta di renderlo il 2º Atom Smasher è stata una genialata di Warner facendo così intendere ulteriormente che esisteva un altra JSA e i supereroi ci sono da molto tempo nel DCEU.

Davvero simpatico il fatto che il primo Atom Smasher sia stato Henry Winkler attore, produttore ma soprattutto l’immortale Fonzie di Happy Days (di cui faceva parte anche ‘un certo’ Ron Howard nei panni di Richie Cunningham).

Un altro membro importante della JSA è sicuramente Kent Nelson aka Doctor Fate, il saggio ma non più vecchio del team, i cui poteri sono veramente importanti tra teletrasporto, creazione di campi d’energia e visione del futuro. Personaggio a mio avviso interpretato magistralmente dal grande Piece Brosnan, che sia in lingua originale sia doppiato da Luca Ward è riuscito riesce a trasmettere le giuste emozioni con il suo amico di vecchia data Hawkman soprattutto quando si sacrifica scontrandosi con Sabbac per riuscire a salvare tutti.

BLACK ADAM - ECCO LA NOSTRA RECENSIONE! (2022)
Black Adam – Cyclone

Hawkman il capo della JSA, personaggio che nei fumetti è vecchio quasi quanto Black Adam in quanto si reincarna ciclicamente, un eroe dalla ferrea morale che crede nel senso della giustizia ma che alla fine capisce proprio da Adam che bisogna alle volte usare le maniere dure.

Sarà sicuramente interessante anche lui in ottica film sulla Justice Society of America, ma anche in prospettiva dell’inserimento di Hawkgirl la sua compagna da millenni. The Rock come ho già detto domina tutte le scene in cui è presente, e si vede che Johnson ci ha messo anima e cuore nel ruolo, dalle scazzottate di inizio film il personaggio ha un evoluzione che lo fa si sempre rimanere un antieroe ma lo fa essere consapevole di ciò che può realmente fare aiutando le persone.

BLACK ADAM - ECCO LA NOSTRA RECENSIONE! (2022)
Black Adam – Atom Smasher

Ho trovato molto commovente la sua origin story, ed il plot twist sul figlio perché da li capisci da dove arriva tutta la sua rabbia e il suo dolore, e perché poi stesse sempre ammirando la statua che poi appunto scopriamo essere del figlio. Mi è piaciuto molto anche quando prima della resurrezione di Ishmael e la trasformazione in Sabbac, il suo rendersi conto della pericolosità che ha il suo potere per poi arrendersi alla JSA ed essere imprigionato nella prigione di Amanda Waller.

Nonostante poi comunque si liberi grazie all’aiuto di Doctor Fate, per andare ad aiutare la JSA a sconfiggere Sabbac proprio lui che come ho detto prima è un villain molto dimenticabile e che viene sconfitto in maniera brutale da Adam ma che appunto “è servito” a fare capire che nel nostro antieroe c’è del buone e può aiutare le persone. Avendolo visto per così poco tempo non mi sento di giudicarlo negativamente, a parte forse la CGI che su di lui era un po’ carente.

BLACK ADAM - ECCO LA NOSTRA RECENSIONE! (2022)
Black Adam – Doctor Fate

La trama per lo più non ha bisogno di grosse spiegazioni, e segue lo schema classico dei cinecomic in una origin story nascita dell’eroe – botte – ancora botte – villain ma nonostante sia semplice riesce nel suo intento di creare una storia coesa e sensata. Della post credit ne parlerò nell’ultima parte sulle considerazioni, perciò concludo dicendo che alcune scene mi sono sembrate al limite del cringe ma questo fa parte proprio del tamarro (e bello) che pervade il film di sicuro invece sono 2 le cose che non mi sono piaciute o che comunque non mi sono andate giù.

La prima è che The Rock prima dell’uscita del film, come se fosse impossessato da Tom Holland, si è messo praticamente a spoilerare la post credit e questo è sicuramente sbagliato perché immaginate se l’avessimo vista per la prima volta al cinema senza sapere il contenuto, beh avremmo letteralmente saltato sulla poltrona. La seconda invece è la scelta di dirci nel trailer che della morte del figlio e della sofferenza provata, se non l’avessero fatto avremmo apprezzato molto di più il colpo di scena per cui l’eroe di Kandaq era in realtà il figlio che poi in un atto di estrema generosità ha passato i poteri al padre.

BLACK ADAM - ECCO LA NOSTRA RECENSIONE! (2022)
Black Adam – Hawkman e Sabbac

DA POCO ABBIAMO APERTO ANCHE UNA NUOVA PAGINA INSTAGRAM!


Post credit e considerazione del finale

La post credit è stata una delle cose più belle del film, quando dopo che Black Adam ha parlato con la Waller e ha distrutto il drone si è alzata quella nebbia in sala stava già partendo l’urlo – la ola – e quando poi è spuntato il Superman di Henry Cavill in sala c’è stato il tripudio. Non sicuramente si livelli di “E… io… sono… Iron Man” o “Cap che alza il Mjiolnir”, ma comunque ci siamo andati vicini e la gente era contenta perché è raro vedere una cosa del genere in un film del DCEU.

Questo è un film che non vuole prendersi sulle spalle l’universo cinematografico Warner/ DC, ma è il film giusto da cui ripartire in tutti i sensi perché The Suicide Squad nonostante sia un gran film è stato un flop di incassi causa covid. Da una mia previsione posso dirvi che secondo me Black Adam arriverà attorno al miliardo, più precisamente andrà dai 900 milioni di dollari a 1,2 miliardi e perciò sarà poi considerato un successo per Warner anche se la critica dirà il contrario.

Già si parla di sequel di Black Adam, di un film contro Superman (oltre al stand alone che avrà) e a un film o una serie sulla Justice Society of America, il futuro potrà essere veramente molto roseo con la nuova dirigenza soprattutto dopo la partenza di Hamada e ciò che fa ben sperare sono i reshoot di Shazam 2, Blue Beetle ambientati prima di Flash e di Aquaman 2 ambientato dopo.

Tutto questo a dimostrazione che ora c’è una chiara idea di che strada prendere e spetterà a The Flash di Andy Muschietti (che sarà un soft reboot ) l’onere di prendere sulle spalle il DCEU per poterlo rilanciare alla gloria. Tornado al film di Jaume Serra posso concludere dicendo che è un film che ha qualche difetto, è un film tamarro ma allo stesso tempo epico e mi ha intrattenuto e il suo dovere l’ha fatto e perciò gli dò un 8. The Rock spacca!

Voto: 8/10

BLACK ADAM - ECCO LA NOSTRA RECENSIONE! (2022)
Black Adam

SEGUITECI ANCHE SUL NOSTRO PROFILO TWITTER, SU CUI PUBBLICHIAMO LE PIÙ IMPORTANTI NOTIZIE DEL MONDO NERD!


E voi, la pensate come noi? Avete già visto Black Adam?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.