MOON KNIGHT – RECENSIONE DEL SECONDO EPISODIO DELLA SERIE (2022)

Oggi è stato rilasciato il secondo episodio di Moon Knight, intitolato “Evoca il costume” e io, Marco di Nerd Al Quadrato, ho scritto questa recensione, contenente pareri strettamente personali, per voi.

Questa recensione si dividerà in varie categorie: una no-spoiler, una spoiler, una dedicata ai personaggi e al cast, una per quanto riguarda l’aspetto tecnico e l’ultima con le opinioni finali e il voto. Per chi non avesse ancora visto l’episodio, consigliamo di leggere solo la sezione no-spoiler.

Recensione No-Spoiler

L’episodio riprende molto bene dopo il finale del pilot, che ha mostrato la prima apparizione vera e propria di Moon Knight, introducendo nuovi personaggi, esplorando di più quelli vecchi e sviluppando meglio la questione tra Marc e Steven.

moon knight
Moon Knight

Recensione Spoiler

Subito dopo gli eventi del finale del primo episodio, Steven controlla i filmati delle telecamere di sicurezza notando che lo sciacallo non era stato ripreso. Questa cosa mi ha lasciato abbastanza perplesso perché, se all’inizio avevo pensato che Steven/Marc fosse totalmente pazzo e che immaginasse tutto quello che vediamo succedere nella serie, più avanti ci viene mostrato che gli sciacalli esistono effettivamente e possono interagire con il resto del mondo (infatti Layla viene attaccata da una delle creature).

Probabilmente Steven, in quanto ospite dell’avatar di Khonshu, è l’unico, oltre ad Harrow, che può vedere tutto ciò che è strettamente relativo agli dei egizi. Viene introdotto il personaggio di Layla, a mio avviso in un modo abbastanza forzato visto che bastava che lei si presentasse all’entrata dell’appartamento di Steven dato che aveva tracciato il telefonino appartenente a Marc.

Ci viene anche detto che Layla è la moglie di Marc e che lui aveva intenzione di divorziare per proteggerla dai pericoli del suo lavoro e da Khonshu che la tiene d’occhio come candidato per diventare il suo prossimo avatar. Scopriamo che Harrow è stato per un periodo l’avatar di Khonshu (dettaglio che mi è molto piaciuto), ma che è passato dalla parte di Ammit perché “il pugno della vendetta” punisce solo dopo che la gente ha sofferto.

Vediamo per la prima volta Mr. Knight, che viene introdotto come “forma avatar” di Steven. Questo avvenimento non mi ha fatto impazzire, dato che io adoro il design e la caratterizzazione prettamente da personaggio di un thriller/giallo di Mr. Knight nei fumetti, mentre qui la sua presenza dà il via ad una serie di momenti pieni di battute orrende a cui non riderei nemmeno sotto tortura (scene del calibro di “fly like a butterfly, sting like a bee, my name is Steven with a V”).

Il finale ci mostra Marc prendere il controllo totale, uccidere un altro sciacallo nei panni di Moon Knight, e partire per l’Egitto, facendoci intuire che nei prossimi episodi avremo quell’impronta alla Indiana Jones di cui si è tanto parlato e che non vedo l’ora di vedere.

Moon Knight
Moon Knight

Personaggi e Cast

Come nel precedente episodio, le interpretazioni di Oscar Isaac e Ethan Hawke sono state fantastiche, anche la nuova arrivata, May Calamawy, sembra essere all’altezza dei suoi colleghi, anche se non l’abbiamo vista moltissimo. Vengono approfondite le motivazioni e il modo di fare di Arthur Harrow, in una maniera che mi ha molto interessato.

Abbiamo anche un po’ di dettagli in più su Marc, dato che ci viene detto qualcosa sulla fatidica missione in Egitto che spero di vedere come flashback nei prossimi episodi. Sul personaggio di Layla non so ancora esprimermi, anche se sembra la classica ragazza di cui il protagonista di un film romantico si innamora perché rispecchia i suoi gusti.

Moon Knight
Moon Knight

Aspetto tecnico

La scena in cui Steven scappa dal deposito è stata resa in un modo magnifico, con tutte le varie luci che si spengono e si accendono e le apparizioni/sparizioni di Khonshu che è ovviamente contrario alle azioni del personaggio di Oscar Isaac che ha intenzione di consegnarsi alla polizia.

La colonna sonora è veramente ottima, ma come nello scorso episodio abbiamo qualche lieve problema di CGI. La scena in cui Marc, nei panni di Moon Knight, estrae le mezzelune dal petto non mi ha convinto moltissimo, mentre tutte le varie apparizioni di Khonshu sono state ben realizzate.

Moon Knight
Moon Knight

Opinione finale con voto

Un buon episodio che presenta, però, qualche problemuccio. I vari difetti, che secondo me vanno ritenuti tali, mi fanno reputare l’episodio inferiore al primo. Il mio voto è 7,5.

Moon Knight
Moon Knight

Cosa ne pensate? Concordate con ciò che è scritto nella recensione?

Moon Knight

La serie segue Steven Grant, un impiegato di un negozio di souvenir, che viene colpito da vuoti di memoria e ricordi provenienti da un’altra vita. Steven scopre di avere un disturbo dissociativo dell’identità e di condividere il suo corpo con il mercenario Marc Spector (Moon Knight). Mentre i nemici di Steven/Marc si avvicinano, i due devono indagare sulle loro identità complesse mentre si spingono in un mistero mortale tra i potenti dei dell’Egitto.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *