OBI-WAN KENOBI – LA NOSTRA RECENSIONE! (2022)

Dopo cinque settimane di lacrime, adrenalina, e anche un po’ di delusioni, ecco qui la nostra recensione completa della serie: “Obi-Wan Kenobi”, che potete trovare su Disney+.

La recensione si dividerà in diversi paragrafi: la parte no-spoiler, spoiler per ogni episodio e opinioni finali con voto. Per chi non avesse visto ancora gli episodi della serie, consigliamo solo di leggere la recensione no-spoiler della serie.

Kenobi

Recensione no-spoiler con voto

Tutto inizia con un recap di ciò che abbiamo visto nella trilogia prequel specialmente gli avvenimenti che coinvolgono Obi-Wan Kenobi e Anakin Skywalker. Dopo questa serie di flashback, entriamo all’interno della serie, in cui ci viene raccontata l’infanzia di Luke e Leia; quest’ultima si rivelerà la causa delle avventure che Kenobi affronterà all’interno della serie.

Il racconto ha alcuni episodi utili alla trama, ma abbastanza piatti, mentre i rimanenti spiegano e raccontano lati della saga di cui non conoscevamo l’origine. Sono presenti alcuni combattimenti molto appariscenti e coinvolgenti che rimandano alle emozioni della saga, inoltre vengono trasportati in live-action personaggi che abbiamo già potuto conoscere e amare dalle serie animate, come Clone-Wars e Rebels, mentre ne vengono introdotti di nuovi.

La serie ovviamente non è piaciuta a tutti; ha stravolto diverse regole del mondo galattico, ma ha altrettante scene da brivido, che riportano alla trilogia prequel. Gli effetti speciali non deludono in nessun episodio e i costumi sono fedeli a quelli già visti nella saga.

Nel complesso gli episodi non fanno pesare la loro durata, anzi sono davvero scorrevoli e permettono al fan di immergersi all’interno della serie senza annoiarsi un minuto. Naturalmente questo è solo il nostro modesto parere ed è per questo che diamo alla serie un 8.


PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATI SU TUTTE LE NEWS, SEGUITE IL NOSTRO CANALE TELEGRAM!


Kenobi

Recensione EPISODIO 1

Il tutto si ambienta 10 anni dopo “La Vendetta dei Sith”, Kenobi si è ritirato dopo la caduta dei Jedi e ha deciso di cambiare vita e persino nome, così viene spiegato il motivo del perché in “Una nuova Speranza”, Luke non conosceva nessun Obi-Wan Kenobi, ma un Ben Kenobi.

A Tatooine nel mentre vengono introdotti all’interno della serie gli Inquisitori: stanno cercando Kenobi e, per attirarlo, prendono in ostaggio i civili. Tra essi c’è Owen, il padre adottivo di Luke, che inconsapevolmente viene usato come esca per Kenobi; per motivi di trama però Owen si salva.

La scena si sposta ad Alderaan dove vediamo per la prima volta Leia, una bambina testarda a cui piacerebbe esplorare il mondo. Un giorno però, dopo una lite con la famiglia, Leia scappa e viene catturata dai mercenari di Vader. La famiglia Organa allora decide di rivolgersi a Kenobi, che titubante decide di andare a cercarla.

Kenobi
Obi-Wan Kenobi nell’episodio 1

Recensione EPISODIO 2

Leia viene portata dai mercenari a Daiyu per consegnarla agli inquisitori. Kenobi riesce ad arrivare nella metropoli spaziale ma dimostra da subito di essere “arrugginito”; infatti per liberare Leia riscontra diverse difficoltà infatti, viene riconosciuto e viene ricercato dall’Impero. Una volta arrivato da Leia, la bambina (non conoscendo il protagonista) scappa, con il pensiero che Kenobi sia un uomo dell’Impero. Durante l’inseguimento Kenobi sente parlare di un Jedi che aiuta le famiglie. Avendo molto bisogno di aiuto, decide di rivolgersi a quest’uomo, ma scopre che non è altro che un uomo in cerca di soldi, che gioca con la sofferenza delle persone.

Arrivano gli Inquisitori: già dal primo episodio abbiamo potuto riscontrare una rivalità tra loro e la Terza Sorella. Quest’ultima riesce a trovare Kenobi, ma, mentre lo sta per catturare, il Grande Inquisitore la ferma e la umilia e proprio per questo Reva decide di ucciderlo. Kenobi nel mentre scappa da lei e durante la fuga scopre che Anakin è vivo: questo ci fa capire che Kenobi era convinto di aver ucciso Anakin in “La Vendetta dei Sith”, 10 anni prima. L’episodio si conclude con una specie di connessione tra Vader e Kenobi e vediamo per la prima volta sullo schermo un Vader spoglio della sua armatura in una vasca rianimatoria.

Kenobi
Darth Vader nell’episodio 2

Recensione EPISODIO 3

L’episodio si apre con Ben che medita, cercando di comunicare con il suo maestro Qui-Gon, contemporaneamente ci viene mostrato Vader che esce dalla sua vasca per comporsi con i “pezzi” mancanti. Obi-Wan è disperato perché ha scoperto che il suo ex allievo è ancora vivo dopo la battaglia in “La Vendetta Dei Sith”, al protagonista affiorano dei ricordi.

Sentiamo la voce di Reva rimbombare dicendo: “Anakin è vivo“. Subito dopo voci provenienti dai vecchi film come il maestro Yoda che dice: “Solo il dolore che troverai“, Qui-Gon invece: “Obi-Wan, promettimi che addestrerai il ragazzo“. Ed infine le parole che iniziano il duello tra Obi Wan e Anakin 10 anni prima: “Se non sei con me, allora sei mio nemico. Non costringermi ad ucciderti, non temo il Lato Oscuro. Vedo attraverso le bugie dei Jedi“.

Finiscono i flashback, vediamo per la prima volta Vader con il suo costume (la versione della trilogia Prequel) e per la prima volta con la voce italiana di Luca Ward che prende il posto di Massimo Foschi. Nel mentre, Leia e Obi-Wan arrivano su Mapuzo, pianeta sottomesso dall’Impero e decidono di restare nel l’ombra per non farsi riconoscere, Obi-Wan vede attraverso la Forza che qualcosa non sta andando bene e ha delle visioni di Anakin in lontananza.

I due incontrano per la strada un autocarro, chiedendo un passaggio per il porto più vicino, Obi-Wan e l’autista conversano sull’autocarro sulle origini della bambina, ma a fermare la discussione, arrivano gli Stormtrooper e per non farsi riconoscere i due fingono di essere padre e figlia per non dare sospetti. Freck “l’autista” dell’autocarro porta Obi-Wan e Leia ad un posto di blocco ed è qui che i due vengono riconosciuti.

Obi-Wan e Leia riescono però a liberarsi dai soldati grazie all’aiuto di Tala mandata da Haja. Arriva la notte e arriva pure Vader, lui sente la presenza di Kenobi e quest’ultimo sa di non potercela fare e cerca in tutti i modi di evitare lo scontro, Vader però riesce a prenderlo e dopo 10 anni dall’ultima volta i due si scontrano, alcune battute richiamano ad episodio 4, Vader fa leva sul fatto che Obi-Wan sia invecchiato e durante lo scontro decide di fargli passare i dolori che lui ha provato.

Questo è stato sicuramente uno dei migliori episodi della serie, molto complesso e ricco di emozioni e citazioni, la colonna sonora non delude, ma manca la famosa marcia imperiale per accompagnare le scene di Darth Vader.

Kenobi
Darth Vader nell’episodio 3

Recensione EPISODIO 4

L’episodio inizia con Kenobi che viene trasportato in una base segreta dei ribelli su Jabiim, e poi immerso nella vasca di bacta per guarire le sue ustioni, con un breve parallelismo tra lui e Anakin, anche quest’ultimo immerso in un’altra vasca. Subito dopo, ci viene mostrato il covo degli inquisitori, situato sulla luna d’acqua Noor (riferimento al videogioco Jedi: Fallen Order, dove viene presentata per la prima volta) nel sistema di Mustafar, dove Vader regna, mentre Leia viene interrogata da Reeva.

Roken, un membro dei ribelli, spiega che la fortezza non ha scudi, proprio perché nessuno sarebbe così stupido da attaccare la base degli Inquisitori. Obi-Wan e Tala decidono di voler entrare nella base per salvare Leia. Proprio quest’ultima sta venendo ancora interrogata, dato che conosce il luogo della base segreta ribelle, ma riesce a resistere grazie alla sua forza mentale. Poi tenta di utilizzare il suo drone Lola per liberarsi, ma la Terza Sorella se ne accorge e blocca i movimenti del drone, inserendo in segreto un tracciatore, fondamentale per la continuazione dell’episodio successivo.

Nel frattempo, Tala, in veste da ufficiale, riesce ad accedere alla base, entrando nella sala di controllo e aprendo un portello subacqueo per far entrare Kenobi, che introducendosi nei bassifondi della struttura, scopre che non sia una semplice base, ma una tomba di tutti i Jedi e bambini sensibili alla forza uccisi dagli Inquisitori, tutti sigillati dentro ad una specie di resina (in questi pochi secondi possiamo individuare Tera Sinube, un maestro Jedi apparso in Clone Wars; Plo Koon e Quinlan Vos; e altri Jedi che non riusciamo a vedere).

Dopo svariati tentativi da parte di Reeva di estrarre informazioni, decide di spostare Leia in una sala delle torture, e poco prima che due lame trafiggano Leia, Reeva viene chiamata da un ufficiale per informarla di “una persona che non vuole attendere” (Tala). Tala quindi mente a Reeva, dicendo di sapere dove si trovano i ribelli creando un diversivo che da tempo a Kenobi di salvare Leia e riunirsi a Tala per andare al porto delle navi e fuggire.

I tre purtroppo vengono fermati, e prima di venir giustiziati seduta stante, arrivano due T-47 Airspeeder alleati per aiutare a farli fuggire. Tutti riescono a fuggire, a parte Wade, un pilota di una dei due T-47, che viene attaccato da Reeva e fatto esplodere. I ribelli capiscono di essere in guerra e si fanno forza a vicenda. Vediamo alla fine Vader entrare nella base e soffocando Reeva con la forza per punirla dei suoi atti, fermandosi però quando lei rivela del tracciatore inserito nel drone della principessa.

Kenobi
Obi-Wan Kenobi nell’episodio 4

Recensione EPISODIO 5

L’episodio inizia con Obi-Wan e Anakin durante un allenamento (questo scontro verrà diviso e mostrato durante l’episodio assumendo un significato importante che sottolinea l’aggressività di Anakin e la calma di Obi-Wan). Tornando al presente Kenobi e Leia sono dentro una base della resistenza, che cercano di fuggire dall’imminente attacco da parte dell’Impero, siccome Reva ha piazzato un localizzatore all’interno del droide di Leia, Lola.

Una volta arrivato l’Impero, Kenobi prova a portare Reva dal lato della Luce, nel mentre si vede un flashback ambientato durante l’Ordine-66, in cui capiamo che Reva era una piccola Padawan, l’unica sopravvissuta tra i suoi amici. L’Impero riesce finalmente ad entrare all’interno della base, dove, per far scappare la resistenza, Nala si sacrifica facendosi esplodere. Vader arriva alla base, dove vedendo una nave avviarsi per scappare, usa la forza per riportarla a terra, per poi scoprire che la resistenza era in un’altra nave, che è riuscita a scappare.

Reva, per vendicarsi delle azioni compiute da Anakin durante l’Ordine 66, combatte Vader, con l’intenzione di ucciderlo, però finisce per essere trafitta dalla spada laser di Vader. Dopo ciò vediamo arrivare il Grande Inquisitore, credutosi morto, riconquistare il ruolo, appunto, di Grande Inquisitore. L’episodio finisce con Reva che trova per terra un trasmettitore, che le rivela la presenza di Luke Skywalker sul pianeta di Tatooine.

Kenobi
Anakin Skywalker e Obi-Wan Kenobi nell’episodio 5

Recensione EPISODIO 6

Questo ultimo episodio della serie (o stagione?) si apre con Reeva che chiede ad un mendicante informazioni su Owen, lo stesso mendicante che avviserà in seguito lo stesso contadino di prepararsi all’arrivo della Terza Sorella. Ci spostiamo sulla nave ribelle che sta cercando di scappare dallo Star Destroyer imperiale, e capendo che non c’è abbastanza tempo per riparare i danni, Kenobi tenta una mossa disperata, utilizzando una cabina di salvataggio per spostare l’attenzione degli imperiali su di lui, riuscendo a far fuggire gli altri. Intanto Owen allarma anche sua moglie Beru, nascondendosi nella loro fattoria e attendendo la notte, e di conseguenza, l’arrivo dell’inquisitrice.

Mentre si mettono al sicuro, Kenobi atterra su un pianeta vicino, aspettando che Vader lo segui e lo affronti. Ancora un’altra volta vediamo i due faccia a faccia, ma in questo scontro, Kenobi non si limiterà a scappare come abbiamo visto nel terzo episodio, ma affronterà il suo allievo perduto, mostrandoci uno scontro misto tra bagliori blu e rossi.

Kenobi usa la sua posa iconica dopo essersi rialzato dopo i duri colpi di Vader, e riesce a danneggiare l’apparecchio vocale di Vader (da ciò possiamo capire perché in “Una Nuova Speranza” i colori di questo apparecchio sono diversi. Verso la fine dello scontro vediamo Obi-Wan sferrare un colpo aprendo una crepa nell’elmo di Darth Vader. In questi minuti, ci sono molte citazioni alla prima trilogia e alle serie animate.

Finito lo scontro, il maestro Jedi si dirige verso Tatooine, sentendo tramite la sensibilità della forza che Luke è in pericolo. Infatti lo vediamo scappare da Reeva mentre lo insegue nella sua fattoria, sempre non vedendo spade laser o altri particolari che sarebbero andati contro il canon (anche se i fan hanno criticato la serie soprattutto per questo motivo). L’inseguimento si interrompe quando Reeva non riesce ad uccidere Luke, rivedendo se stessa al suo posto durante gli avvenimenti dell’ordine 66.

“Ben” raggiunge finalmente la fattoria in preda al panico e in cerca di Luke che improvvisamente ritorna, accompagnato dall’ex-inquisitrice, lasciando cadere la sua spada e sentendosi libera di essere chi vuole. Mentre Vader viene rimproverato da Darth Sidious a causa della sua sconfitta, vediamo Leia su Alderaan che si riconcilia con Kenobi, e tornando in possesso di Lola, che in precedenza gli aveva affidato.

L’episodio si conclude con Obi-Wan in ricerca di un nuovo nascondiglio e viene interrotto dal fantasma del suo maestro Qui-Gon Jinn, dicendo come ultima frase “La strada è ancora lunga” facendoci ipotizzare la possibilità di una seconda stagione.

Kenobi
Darth Vader nell’episodio 6

Cosa ne pensa il nostro caro Edoardo Needo?

Per me Kenobi è stata una serie da Lago Duria. Avevo bisogno di vedere qualcosa di Star Wars con chiari legami alla trilogia prequel (una delle mie preferite per storie e personaggi). Ewan è assurdo, Vader è pazzo e le ambientazioni sono in pieno stile Star Wars. Peccato per il quarto episodio, un po’ inutile e la gestione degli inquisitori. Ho apprezzato la giovane principessa Leia, che ha dato pepe agli episodi senza cadere nel trash. Oltretutto il finale… assurdo.

Opinione finale

Come abbiamo precedentemente detto la serie è piena di pregi, tantissime emozioni tornano e tante citazioni ai film della saga, ma ci sono anche delle cose da dire, diversi errori che vorremmo condividere con voi.

Uno dei difetti della serie per noi, è il personaggio di Reva. La sua storia è inutile e non porta a niente tra l’altro è anche molto confusa. Penso che gli sceneggiatori della serie non sapevano bene dove andare con il personaggio. L’interpretazione di Moses Ingram non mi ha convinto molto, sembra che neanche lei ci credeva molto. Poteva essere un personaggio interessante, ma invece gli scrittori non sono riusciti a rendere il personaggio degno di Star Wars.

Quello di Qui-Gon è sicuro un errore gravissimo, Qui-Gon Jinn non completò il proprio addestramento di forza poichè è morto prima del dovuto, quindi non è in grado di apparire come un fantasma di forza davanti a Kenobi, ma solo come voce, egli riuscì proiettare il proprio fantasma solo nella serie animata “The Clone Wars” a causa dell’elevata concentrazione di forza su Mortis.

Star Wars Obi-Wan Kenobi: Trapelata la data di uscita della serie TV -  POPSPACE.IT

SEGUITECI ANCHE SUL NOSTRO PROFILO TIKTOK, IN CUI PUBBLICHIAMO EDIT E VIDEO NEWS, A TEMA MARVEL!


E voi, cosa pensate di questa serie? Fateci sapere se vi è piaciuta! Qui intanto potete trovare altri articoli che la riguardano.

/ 5
Grazie per aver votato!