IL PRODUTTORE DI “WATCHMEN” PARLA DEI PRODOTTI MARVEL (2022)

Per molti anni i Marvel Studios e il genere “Cinecomic” sono stati criticati e asfaltati dalle parole di grandi autori del cinema e non; e lo stesso MCU è stato più volte dato per spacciato già dagli inizi, con il primo Ironman, e consecutivamente anche con The Avengers, dichiarando vita breve a questo grande universo.

Ma come ben sappiamo sono passati ormai 15 anni e l’Universo Cinematografico Marvel ha subito un destino completamente contrario a quello che gli era stato predestinato, raggiungendo un’accelerazione netta rispetto agli anni precedenti.

Basti pensare al fatto che i Marvel Studios siano ormai gonfi di serie TV live-action e animate o al fatto che durante il San Diego Comic-Con siano state annunciate non solo la fase 5 ma anche parte della fase 6 (che probabilmente sarà rivelata nella sua integrità al D23). Ma secondo molti nomi importanti del grande e del piccolo schermo, questa grande impennata che gli Studios hanno intrapreso non è sempre sinonimo di qualità, anzi al contrario.

IL PRODUTTORE DI WATCHMEN (DC) PARLA DEI PRODOTTI MARVEL (2022)

PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATI SU TUTTE LE NEWS, SEGUITE IL NOSTRO CANALE TELEGRAM!


Il produttore di Watchmen (DC) pensa che il troppo stroppia

Infatti, proprio durante un’intervista con Variety, il produttore della serie TV di HBO “Watchmen” Damon Lindelof, ha dichiarato che il troppo stroppia e che quindi una mole di progetti cosi consistente andrà inevitabilmente a mirare alla qualità dei prodotti. Secondo Lindelof è sempre meglio fare meno prodotti ma che siano curati sotto ogni aspetto artistico che fare un gran numero di essi ma con una qualità scadente.

Il produttore di HBO ha anche aggiunto che comprende che non è facile lasciare andare un franchise che commercialmente sta portando molto successo alla propria major ma anche che è giusto che ognuno di essi abbia un giusto finale per la propria storia, prima che sia troppo tardi.

Da un punto di vista leggermente più cinico, questo è un business… È un’industria. E se realizzi un paio di fantastici film Marvel, l’istinto è: “Dobbiamo fare più film Marvel e dobbiamo espanderlo”. E ho questo tipo di sensazione interiore del tipo, ‘Wow, vorrei che guadagnassero di meno perché renderebbe ognuno un po’ più speciale. Ma li guardo tutti…

La gente non vuole che le cose finiscano. Io faccio. Sarà sempre difficile perché una volta che hai l’attenzione di qualcuno, vuoi mantenerla. E quindi l’idea di lasciarlo andare e non sapere se lo riavrai mai più è come se fosse antitetico al modo in cui siamo cablati…

Damon Lindelof

Ma nonostante le critiche rivolte ai Marvel Studios, Lindelof ha dichiarato di adorare i prodotti Marvel e di seguirli progressivamente. Egli ha anche ammesso di avere un grande hype per She-Hulk, prossima serie al rilascio di Disney+, e che non vede l’ora di osservare cosa gli Studios abbiano preparato questa volta.

… E nel respiro successivo ho detto che li guardo TUTTI. Meraviglia, continua a fare quello che stai facendo… Sto bevendo un caffè così posso stare sveglio per il drop SHE-HULK.

Damon Lindelof

In un post su Instagram il produttore ha anche fatto i complimenti a Feige e ai Marvel Studios per come fosse stata concepita Ms. Marvel ed elogiando la protagonista Iman Vellani.

… e parlando della Marvel, questa è una delle cose migliori che ho visto su qualsiasi rete, streamer o schermo cinematografico nell’ultimo anno. Originalità mascherata in IP… e un’autenticità culturale che sfida l’intero settore a raggiungerla. Come dice eloquentemente l’imam della moschea di Kamala: “Il bene non è una cosa che sei. È una cosa che fai.

Damon Lindelof

SEGUITECI ANCHE SULLA NOSTRA PAGINA INSTAGRAM PER RIMANERE SEMPRE SUL PEZZO!


Un utile e critico punto di vista

Quindi, il pensiero di Lindelof, nonostante sia comunque un pensiero critico, non è meramente distruttivo come quello che fece tempo addietro Martin Scorsese definendo i cinecomics, in particolare quelli Marvel, come dei parchi divertimento, non avendo egli stesso mai visto un Cinecomic. La visione e il pensiero di Lindelof è quello di un professionista che ama e che ha anche lavorate per dei cinecomics e che quindi ha una visione completa del quadro generale.

Molti hanno mostrato preoccupazione per la mole troppo consistente di progetti Marvel ed è una preoccupazione più che comprensibile ma è anche vero che se i Marvel Studios non avessero in mente di portare così tanti prodotti su entrambi gli schermi, molti personaggi fumettistici, amati e non dai fan, non avrebbero mai visto la luce dei riflettori su di loro.


SEGUITECI ANCHE SUL NOSTRO PROFILO TIKTOK, IN CUI PUBBLICHIAMO EDIT E VIDEO NEWS, A TEMA MARVEL!


E voi, concordate con Damon? Cosa ne pensate?

Fonte ufficiale: The Direct

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.