DC ComicsRecensioni

Dead Boy Detectives – La nostra recensione della serie TV! (2024)

Giovedì 25 aprile è stata rilasciata ‘Dead Boy Detectives’ su Netflix, la nuova serie TV ambientata nell’universo seriale di ‘The Sandman’.

I cosiddetti “detective defunti” apparirono per la prima volta nel volume #25 di ‘The Sandman’, run fumettistica della categoria Vertigo della DC Comics, ideati dal famosissimo Neil Gaiman.

Se già seguite le nostre recensioni, saprete che esse sono solitamente divise in due diverse categorie: una no-spoiler e una spoiler.

Dead Boy Detectives

PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATI SU TUTTE LE NEWS, SEGUITE IL NOSTRO CANALE TELEGRAM!


Recensione No-Spoiler di “Dead Boy Detectives”

‘Dead Boy Detectives’ segue due ragazzi deceduti, Charles ed Edwin, che decidono di non andare all’Inferno, bensì di rimanere sulla Terra come spiriti per risolvere crimini sovrannaturali.

Partiamo col dire che a noi questa serie TV non è piaciuta, ma con delle riserve. ‘Dead Boy Detectives’ è un prodotto pieno di difetti, sia nella scrittura che in molto altro: ma vediamo con calma.

Il più grande, tra tutti, secondo noi, sono i personaggi protagonisti; Niko è l’unica che salviamo. Questo perché Charles, Edwin e Crystal sono insopportabili: Charles è una macchietta, Edwin scontroso e Crystal dimenticabile. Ma di loro quattro parleremo più approfonditamente nella parte spoiler. Inoltre, non potevano mancare i problemi di scrittura che avevamo già citato: le puntate corrono troppo, soprattutto il pilota, le gag sono simpatiche ma eccessive.

C’è da precisare che la serie è suddivisa in casi, uno diverso per ogni puntata, ma in generale segue una sola vicenda. Anche se la vicenda è abbastanza anonima, i casi sono da lodare perché molto coinvolgenti, carini e originali: in particolare, per chi l’avesse già vista, quello del terzo episodio è il migliore.

Voto: 5,5/10

Dead Boy Detectives

Recensione Spoiler di “Dead Boy Detectives”

Partiamo dal punto forte di tutto lo show: il finale. Per quanto corra anche esso, come qualsiasi altra puntata, il contenuto è buono; peccato per la risoluzione in stile “amicizia” e la morte di Niko, anche se l’ultima scena fa intedere altro. Peccato per gli effetti speciali e VFX, che rovinano il tutto; questo problema, purtroppo, si riscontra nel corso di tutta la serie.

Parlando invece della scrittura, è davvero un peccato che sia abbastanza scadente. ‘Dead Boy Detectives’ fa sembrare quasi che Netflix non ci volesse far empatizzare con i personaggi, in quanto sono tutti dimenticabili. Charles è l’unico che potrebbe risultare simpatico, ma corre più di chiunque altro nelle sue azioni e decisioni e molte sue battute non ci hanno fatto ridere. Edwin è semplicemente insopportabile: bella la sua evoluzione e realizzazione di provare dei sentimenti per Charles, ma è poco per salvare un personaggio. Crystal la definirei “inutile”.

Un punto a favore della serie però è che scorre benissimo, e per una maratona ci sta alla grande. Nonostante tutti questi difetti che abbiamo elencato, e sono molti, va ammesso che non disturbi lo spettatore, ma anzi lo diverta molto spesso, vedasi la terza e l’ottava puntata.

Dead Boy Detectives

SEGUITECI ANCHE SULLA NOSTRA PAGINA INSTAGRAM PER RIMANERE SEMPRE SUL PEZZO!


Opinione finale con voto

In conclusione, non diamo un’insufficienza grave a ‘Dead Boy Detectives’ perché dei punti molto forti li ha: ma non mancano quelli deboli, su tutti i personaggi e gli effetti visivi. Molto probabilmente arriverà una seconda stagione, ora spetta a Netflix dirci se sarà così, dato anche il successo che ha avuto all’estero.

Voto: 5,5/10

Dead Boy Detectives

SEGUITECI ANCHE SUL NOSTRO PROFILO TWITTER, SU CUI PUBBLICHIAMO LE PIÙ IMPORTANTI NOTIZIE DEL MONDO NERD!


Cosa ne pensate? Avete visto la serie TV? Se sì, concordate con la nostra opinione?

alexxvega

Giovane appassionato di cinema e videogiochi, aperto a nuove scoperte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *