MOON KNIGHT – RECENSIONE DEL PRIMO EPISODIO DELLA SERIE (2022)

Dopo mesi di attesa oggi è stato finalmente rilasciato il primo episodio di Moon Knight, intitolato “Il pesce mono-pinna; Una presenza ingombrante; Amnesie” e noi, Margot e Marco, di Nerd Al Quadrato abbiamo scritto questa recensione per voi.

Questa recensione si dividerà in varie categorie: una no-spoiler, una spoiler, una dedicata ai personaggi e al cast, una per quanto riguarda l’aspetto tecnico e l’ultima con le opinioni finali e il voto. Per chi non avesse ancora visto l’episodio, consigliamo di leggere solo la sezione no-spoiler.

Recensione No-Spoiler

Steven Grant ha un disturbo dell’identità, oltre a vari altri disturbi, e ancora non sa di condividere il proprio corpo con un mercenario.

moon knight
Moon Knight

Recensione Spoiler

Margot:

L’episodio si apre mostrando la vita di Steven: un uomo poco sicuro di sé che è costretto ad incatenarsi al letto per avere almeno l’illusione di non svegliarsi e andare a zonzo durante la notte, infatti si può notare come metta delle trappole ( catene, sabbia intorno al letto, lo scotch sulla porta) che servono a testimoniare il suo non essersi alzato.
Dalla sequenza delle scene sembra di stare dentro la testa di Steven: si passa da una scena all’altra senza capire come ci si sia arrivati.
Infatti ad un certo punto ci si sveglia in un piccolo paese di montagna, fuori Londra. Qui Steven viene inseguito da i membri di questa confraternita capeggiata da Harrow, per conto della Dea Ammit (mangiatrice di cuori) e assiste ad una cerimonia in cui i buoni sopravvivono e i vecchi…ehm, volevo dire, i cattivi muoiono.
Mentre cerca di fuggire da coloro che lo vogliono morto l’altra personalità di Steven, ovvero Marc (con la C), prende il sopravvento nei momenti cruciali salvando entrambi (sembra quasi la trama di Venom).
Steven non controlla questa cosa e gli sembra di vivere in un sogno, infatti appena si sveglia non si rende conto che sono passati 2 giorni dall’ultima volta che si è addormentato. Appena torna al lavoro (vende gli snack in un museo) viene inseguito da Harrow. Quest’ultimo ripete il rito della Dea Ammit, ma si rende conto che Steven non può avere un giudizio positivo o negativo perché il caos alberga in lui.
L’episodio si conclude con la trasformazione di Steven in Moon Knight per salvarsi da una sorta di cane malefico, forse la rappresentazione di qualche Dio o Dea egizia, e se non erro il Dio della morte Anubi è proprio rappresentato dallo sciacallo.

moon knight
Moon Knight

Marco:

La serie non poteva iniziare in modo migliore, dandoci un pilot coinvolgente che comincia a rivelare i primi dettagli della “mitologia” del Moon Knight del MCU e parecchi spunti che non vedo l’ora siano esplorati nei prossimi episodi. Questo episodio ci presenta in un’ottima maniera Steven Grant e il disturbo che lo affligge.

Vediamo infatti il personaggio, o meglio uno dei personaggi, di Oscar Isaac che cerca di contrastare il suo problema del sonno in tutti i modi. Nonostante i vari tentativi, Marc Spector riesce a prendere il controllo trascinando con sé l’ignaro Steven sulle Alpi a caccia di un misterioso amuleto. Le varie sequenze che si vengono a creare dopo questo avvenimento, sono quelle che ho preferito di più durante l’episodio.

Tutti gli avvenimenti sono “tagliati” in modo da farci vedere solo i momenti in cui Steven prende il controllo e questa è una cosa che ho amato alla follia perché i vari combattimenti non vengono mostrati per intero, anzi vediamo dei flash che ci mostrano il cambiamento di identità e subito dopo le conseguenze dell’arrivo di Marc.

In questi momenti, tra l’altro, il dio Khonshu sbeffeggia il povero Steven dicendogli di far prendere il controllo a Marc, facendoci intendere che ci sia un accordo tra i due, proprio come vediamo alla fine dell’episodio. Abbiamo anche un primo sguardo al personaggio di Arthur Harrow, che sembra essere un buon villain, per quel poco che lo vediamo.

Tra l’altro la scena del confronto tra Harrow e Steven mi ha molto incuriosito per via della bilancia di Ammit che non riesce a stabilire un giudizio sull’anima frammentata di Steven/Marc. E infine, dopo un attacco da parte di una creatura che ricorda molto il dio Anubi, vediamo finalmente Marc Spector prendere il controllo, con tanto di costume di Moon Knight, ed affrontare lo sciacallo.

moon knight
Moon Knight

Personaggi e Cast

Margot:

Il personaggio di Steven è molto ben interpretato, sembra davvero un ragazzo con dei problemi mentali, in contrapposizione a Marc che invece ha il controllo della situazione.
Gli altri personaggi sono solo stati introdotti, come Harrow, ma si prospetta un buon cast.
Pure il pesciolino ha la sua buona parte.

Moon Knight
Moon Knight

Marco:

Oscar Isaac è fenomenale, l’ho sempre apprezzato come attore, ma in questo frangente è stato davvero bravo. Riesce a portare benissimo in scena la dualità del personaggio che interpreta, tant’è che Steven Grant ha un fortissimo accento inglese, mentre Marc Spector è il più riconoscibile degli americani.

Anche Ethan Hawke, grandissimo attore, sembra calzare a pennello nel ruolo di Arthur Harrow, per quel poco che si è visto. Non vedo l’ora di vedere i prossimi episodi per assistere ancora di più a queste fantastiche interpretazioni. Magnifico anche il voice acting di Khonshu, ad opera di F. Murray Abraham, altro grande attore.

Moon Knight

Aspetto tecnico

Margot:

Le scene sono bellissime, secondo me.
Vi è un equilibrio tra quel poco di macabro che vi è e quel tanto di suspense che la serie richiede.
Le scene con il sangue sono ben visibili e molto apprezzare.
Anche dal punto di vista sonoro, un ottimo lavoro.

Marco:

I vari cambi di identità sono stati resi benissimo a livello tecnico e la scena finale nel bagno, con i vari specchi che mostrano Marc, è stata girata veramente bene. La colonna sonora è fantastica, ma nonostante questi punti positivi, in questa categoria è presente, secondo me, l’unica debolezza dell’episodio.

Infatti in una scena in particolare, quella della pseudofrana nel villaggio sulle Alpi, la CGI era veramente terribile, ma fortunatamente gli effetti speciali sono un qualcosa di secondario che non ha inciso negativamente sulla trama dell’episodio.

Moon Knight
Moon Knight

Opinione finale con voto

Margot:

Penso che come inizio sia stato più che sufficiente. Mi è piaciuto tanto Oscar nella sua interpretazione di Steven e anche quel poco che si è visto di Marc e di Moon Knight.
Non posso non far notare ( da appassionata di storia romana) il piccolo errore storiografico nell’aver inserito Nerone nella lista dei grandi cattivi che la Dea avrebbe potuto fermare se fosse stato possibile, ma nel totale molto bene.
Il mio voto iniziale, siccome non mi voglio sbilanciare in quanto è l’inizio, è 8.

Marco:

La serie è iniziata veramente bene, con un pilot che coinvolge lo spettatore sotto ogni punto di vista. Spero che la serie si mantenga così nella sua totalità e che, magari, migliori pure. Il mio voto per questo episodio iniziale è 8.

Moon Knight
Moon Knight
moon knight

La serie segue Steven Grant, un impiegato di un negozio di souvenir, che viene colpito da vuoti di memoria e ricordi provenienti da un’altra vita. Steven scopre di avere un disturbo dissociativo dell’identità e di condividere il suo corpo con il mercenario Marc Spector (Moon Knight). Mentre i nemici di Steven/Marc si avvicinano, i due devono indagare sulle loro identità complesse mentre si spingono in un mistero mortale tra i potenti dei dell’Egitto.

/ 5
Grazie per aver votato!