RecensioniVideoGames

Riven – La nostra recensione! (2024)

Sviluppato e pubblicato da Cyan Worlds, Riven è il remake del leggendario puzzle game rilasciato ormai 25 anni fa, e che ha dato uno scossone enorme al mondo dei videogiochi puzzle. Questo remake moderno rivisita tutto ciò che ha reso straordinario l’originale e lo porta in vita in un mondo completamente in 3D, giocabile sia su PC che in VR.


PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATI SU TUTTE LE NEWS, SEGUITE IL NOSTRO CANALE TELEGRAM!


Storia

La parte migliore di Riven è che non dovete sapere nulla per iniziare a giocare. Non dovete aver giocato a Myst o l’originale Riven. Siete confusi e persi come il protagonista, e questo fa parte di ciò che dà vita a questo mondo: la scoperta. Senza rovinare quel senso di meraviglia e mistero, il quadro generale della storia è che una serie di isole vengono scosse da forze invisibili. L’antica civiltà che un tempo le abitava aveva scoperto come viaggiare tra i mondi usando i libri come canale di comunicazione. La vostra amica Catherine è stata travolta nel mezzo di tutto questo processo, e usando uno di questi libri avete deciso di salvarla, ma riuscirete a scappare in tempo?

Gameplay

Dal momento in cui metterete piede nel mondo di gioco, intrappolati dietro le sbarre arrugginite di una gabbia, vedrete che Cyan Worlds ha ricreato quelle immagini in cui potevate entrare nel lontano 1997, ma ora completamente realizzate in un mondo 3D. Nell’originale il giocatore viaggiava tra diversi pannelli, e su quei pannelli dovevate risolvere enigmi complessi. Ora in questo remake siete liberi di girovagare, osservando tutti questi elementi un tempo 2D da tutte le angolazioni. Una delle mie parti preferite di Riven è che c’è una grande quantità di lore da scoprire nel gioco.

Ad esempio, tirando la catena su uno scarabeo dorato verrà rivelato un piccolo un murale al suo interno. Quel murale racconta la storia del principale antagonista del gioco e la sua ascesa al potere. Allo stesso modo, le voci del vostro diario contengono una grande quantità di informazioni. Tutti questi enigmi sono profondamente radicati nella logica e non sono affatto facili, ma non sono mai ingiusti, basta semplicemente pensarci molto su.

Per aiutarvi con la risoluzione dei puzzle, avrete a disposizione un blocco degli appunti. Potrete acquisire uno screenshot in qualsiasi momento, quindi tornare alla schermata del diario e annotarlo. Questo è incredibilmente utile, poiché potete fare riferimento rapidamente agli elementi del puzzle da un’altra stanza o fare riferimento ai simboli senza doverli scriverli in un quaderno nel mondo reale. L’intero gioco è intriso di misteri che scoprirete nel tempo, quindi è fantastico poter scattare una foto di qualcosa che ritenete possa essere utile in seguito.

Il gioco originale utilizzava video in full motion suddivisi in immagini fisse per gli sfondi, ma aveva anche una troupe completa di attori per dare vita al gioco. Non tutti questi attori sono ancora vivi al giorno d’oggi, ma prendono vita in modo sorprendente nel gioco. Non vogliamo spoilerare molto, ma basta dire che se avete giocato l’originale rimarrete stupiti da ciò che il team di Cyan ha realizzato.

Questi attori e attrici fanno un lavoro fantastico dando vita al gioco e sono una gradita aggiunta al mondo di Riven. Inoltre, se avete l’attrezzatura adatta, Riven supporta anche la realtà virtuale fin dal primo istante di gioco. È un’esperienza completamente diversa e, con gli elementi tattili della realtà virtuale, è più coinvolgente che mai. Gli enigmi sono gli stessi, ma poterli toccare è totalmente un’altra cosa, e abbiamo apprezzato tantissimo la versione VR, che riteniamo superiore a quella standard anche semplicemente per l’immersione totale negli enigmi e nel mondo di gioco.

Una delle cose a cui potreste non essere abituato se siete nuovi nel mondo di Myst e Riven è che questi giochi non sono lineari. Potete e probabilmente risolverete la maggior parte degli enigmi quando vi imbattete nella risposta o finalmente vi viene in mente, ma siete liberi di esplorare il mondo mentre sbloccate varie isole. Li visiterete tutti frequentemente, quindi non aspettatevi che il gioco vi tenga per mano e vi guidi da A a B. Ciò significa anche che dovrete abituarti a poter vedere una struttura che dovete raggiungere, ma non capire bene come arrivarci. Ciò richiederà pazienza, nel bene e nel male.

Comparto tecnico e grafico

Il comparto tecnico di Riven è di ottima fattura. Durante la nostra esperienza non abbiamo trovato bug o glitch, e anche le prestazioni sono sempre rimaste molto fluide.

Sebbene gli aggiornamenti visivi sbalorditivi siano quelli più evidenti e probabilmente la prima cosa che noterete, è stata prestata molta attenzione all’audio. Il suono ambientale del mondo rimbomba in sottofondo quasi formando una melodia e la musica è sempre stata molto avvincente.

Conclusione e Voto

Riven: In conclusione, quando Riven fu pubblicato per la prima volta nel 1997 fu annunciato come un'opera d'arte maestosa. Ora, quasi 30 anni dopo, Cyan Worlds ritorna in quel mondo, portandolo agli standard moderni utilizzando gli strumenti odierni. Ancora una volta, il team ha creato un’opera d’arte maestosa e un mondo che vale la pena esplorare ancora una volta. Metterà alla prova la vostra mente, è una festa per gli occhi e le orecchie e, se vi piacciono gli enigmi profondi, è un gioco da non perdere assolutamente. Cri1603

9.5
von 10
2024-06-26T11:00:00+0200
Versione testata: PC + PCVR
Questo gioco è stato recensito utilizzando una copia fornita dal publisher, dalla società di PR, dallo sviluppatore o altro allo scopo esplicito di una recensione.

SEGUITECI ANCHE SUL NOSTRO PROFILO TWITTER, SU CUI PUBBLICHIAMO LE PIÙ IMPORTANTI NOTIZIE DEL MONDO NERD!


E voi avete già giocato a Riven? Fateci sapere la vostra opinione nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *