ROGUE ONE – ECCO COME DISNEY HA SALVATO LO SPIN-OFF CON DELLE RIPRESE AGGIUNTIVE (2022)

Rogue One: A Star Wars Story potrebbe essere uno dei migliori, tra i più recenti film di Star Wars, ma il suo plauso è in gran parte dovuto ai cambiamenti di emergenza apportati dai Gilroy, i geni creativi dietro alla serie Andor, su Disney+. Mentre la trilogia sequel deve ancora dimostrare il suo valore nel tempo, Rogue One del 2016, che già era piaciuto ai fan della saga, è recentemente tornato in auge.

Il prequel di A New Hope del 1977 ha trovato nuova vita nella sua serie spin-off prequel Andor su Disney+, creata e guidata dallo stesso Tony Gilroy di Rogue One.

Star Wars è sempre stata una storia incentrata sulla famiglia, e lo stesso vale per questa produzione dato che Tony e suo fratello John si sono resi famosi per i tagli alla versione del film del 2016 del regista Gareth Edwards. Ora, mentre è in corso la prima stagione di Andor su Disney+, John Gilroy ha fornito nuove informazioni sulle famose riprese del film e su come i due fratelli hanno salvato il film in difficoltà

Rogue One
Rogue One

PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATI SU TUTTE LE NEWS, SEGUITE IL NOSTRO CANALE TELEGRAM!


Come gli showrunner di Andor hanno salvato Rogue One: A Star Wars Story

Quando a John Gilroy è stato chiesto da The Playlist se lui e tuo fratello Tony stessero cambiando le cose durante le riprese di Rogue One o semplicemente apportando modifiche, John ha confessato che “stavano davvero cambiando le cose:”

Non so quanto dovrei dire a riguardo, ma… stava davvero cambiando le cose e usando tutti i trucchi che ha nella borsa come editor per far funzionare le cose, è necessario farle funzionare, tu devi farle funzionare.

John Gilroy

Gilroy ha continuato spiegando l’entità di quei cambiamenti, rivelando che “hanno creato una nuova storia” e che era “una storia completamente diversa” da quella originale:

In realtà il piano di base era molto semplice. Avevano il film e hanno chiamato Tony. Tony si è unito per un pò con un altro montatore, che era già in lavorazione, Colin Goudie.. ha usato molte delle cose che aveva scoperto quando stavamo lavorando insieme.. e ha semplicemente creato una nuova storia. Era una storia completamente diversa.

Poi ha convinto la Disney ad investire in quella storia, è stato un investimento notevole in termini di tempo e denaro. Si stava solo rendendo conto di cosa si trattava. Quindi è un nuovo piano. Non stai solo entrando e sperimentando. Avevamo un nuovo progetto.

John Gilroy

Riguardo al modo in cui John Gilroy si è avvicinato ad affrontare una nuova storia quando ce n’era già una originale, l’editore ha affermato: “Non ho prestato molta attenzione all’altro film”, descrivendo in particolare che in sala di montaggio ci sono state “molte riscritture”:

Così siamo entrati e abbiamo fatto ciò che abbiamo fatto, io avevo un progetto. Non ho prestato molta attenzione all’altro film, a parte quello che stiamo facendo, a volte giriamo una scena e riassegniamo le cose in quella scena. Voglio dire, lavoro con un microfono proprio accanto al mio AVID. Se mi metto nei guai con qualcosa, mi limiterò ad abbreviare una linea o a fare qualsiasi cosa sia necessaria.

Poi, più tardi è codificato e lasciamo fare all’attore. Quindi c’è molta riscrittura in una sala di montaggio, se necessario. Non è qualcosa che vuoi fare.. per prima cosa, se tutti scrivessero sceneggiature fantastiche non ce ne sarebbe bisogno. Ma le cose accadono e questo è un modo importante di cambiare la direzione di una storia o di un film. Ed è qualcosa che le persone fanno.

John Gilroy
Rogue One
Rogue One

Mentre le riprese aggiuntive su larga scala per i grandi colossal cinematografici sono tutt’altro che insolite, il montatore ha specificato che invece “non puoi farlo in televisione”, un media su cui lui e Tony stanno attualmente lavorando per Andor :

Quando inizia a sperimentare, che poi è quello che fanno per molti grandi film, sai.. Un sacco di grandi film, magari, notano che hanno un terzo atto debole, poi lo girano, poi vedono cosa hanno, e poi ci ritornano per tutte queste gigantesche riprese, e si.. è un modo di lavorare molto costoso. Voglio dire, non puoi farlo in televisione. Penso che questa limitazione generi un certo tipo di genio, perchè in qualche modo ti porta a concentrarti su quello che devi fare.

John Gilroy

John non è l’unico Gilroy a commentare i problemi di Rogue One: A Star Wars Story. In un’intervista del 2018 con The Hollywood Reporter, Tony Gilroy ha parlato della “confusione” e al “casino” che regnava nel film originale, ma anche a come il suo problema fosse “molto, molto semplice da risolvere:”

Se guardi Rogue, tutte le difficoltà con Rogue, tutta la confusione che ne deriva.. e tutto il casino, ma alla fine quando entri lì, in realtà è molto, molto semplice da risolvere. Perchè in un certo senso dici: ‘Questo è un film in cui, gente, guardate e basta. Tutti moriranno‘. Quindi è un film sul sacrificio.

Tony Gilroy

Proprio come John, anche Tony Gilroy ha accennato a quanto è cambiato il film, affermando quanto è stato facile entrare nei crediti per la sceneggiatura:

Sono entrato dopo l’esclusione del regista. Ho un ricevuto i crediti per la sceneggiatura piuttosto facilmente.

Tony Gilroy

Per quanto la Forza sia stata indubbiamente forte con Gilroy nella gestione di Rogue One, non si può dire che lui sua un fan della saga di Star Wars:

Non mi sono mai interessato a Star Wars, mai. Quindi non ho avuto alcun timore reverenziale per questo. Non ero intimorito.

Tony Gilroy

Questo è sorprendente dato che Rogue One è indubbiamente uno dei punti più alti dell’era Disney Star Wars, per lo meno per quanto riguarda i film, soprattutto se paragonato a Gli ultimi Jedi e L’ascesa di Skywalker, diretti entrambi da registi dichiaratamente fan di Star Wars. Gilroy ha anche aggiunto che il film fosse in “così terribili, terribili guai” che potevano solo essere apportati miglioramenti:

Erano in un vero pantano.. ed erano in così tanti, terribili guai che tutto quello che potessi fare poteva solo migliorare la loro posizione.

Tony Gilroy
Rogue One
Rogue One

SEGUITECI ANCHE SULLA NOSTRA PAGINA INSTAGRAM PER RIMANERE SEMPRE SUL PEZZO!


Quello che Rogue One sarebbe potuto essere

Attualmente non sappiamo come fosse il montaggio originale di Rogue One, e probabilmente non lo sapremo mai.

Quello che sappiamo, a parte i dettagli svelati da John Gilroy, è che originariamente per Rogue One erano stati considerati più personaggi e scene. La versione originale prevedeva che K-2SO fosse l’unica vittima, Vader che si scatenava sulla spiaggia di Scarif e Cassian Andor che iniziava una vera e propria storia d’amore con Jyn Erso.

Anche se sarebbe stato interessante vedere queste idee approfondite sul grande schermo, è sicuramente un bene il fatto che i Gilroy abbiano preso in gestione Rogue One dopo l’uscita di scena dei registi e abbiano portato in scena la versione finale di un film così amato dai fan della saga.

In conclusione, possiamo dire che non c’è da meravigliarsi se Lucasfilm ha abbracciato la loro visione per Andor che, come Rogue One , sta avendo un discreto successo sia con i fan che con la critica.

Rogue One
Rogue One

SEGUITECI ANCHE SUL NOSTRO PROFILO TIKTOK, IN CUI PUBBLICHIAMO EDIT E VIDEO NEWS, A TEMA MARVEL!


E voi, siete soddisfatti del risultato finale di Rogue One?

Fonte: The Direct

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.