SHE-HULK – LA SCENA POST CREDIT DELLA TERZA PUNTATA SPACCA I FAN (2022)

Giovedì 1 settembre è andata in onda su Disney+ la terza puntata di She-Hulk: Attorney at Law. La scena post credit della puntata in questione ha spaccato gran parte del pubblico, ma parliamone nel dettaglio.

⚠️ ATTENZIONE: ALLERTA SPOILER SU “SHE-HULK: ATTORNEY AT LAW” ⚠️

La scena in questione vede She-Hulk twerkare insieme alla rapper americana Megan Thee Stallion che nella puntata interpreta sé stessa.

Gran parte del pubblico ha criticato i Marvel Studios sostenendo che questi ultimi abbiano reso She-Hulk una macchietta comica. Ora, è vero molto spesso alcuni personaggi sono stati resi molto diversi caratterialmente rispetto alla controparte fumettistica. Si può menzionare, ovviamente, Thor che sotto la regia di Taika Waititi è stato trasformato in un personaggio…come dire…un po’ sopra le righe.

Per quanto riguarda di She-Hulk, invece, la situazione è diversa perché, forse vi sembrerà strano, ma il personaggio è stato concepito proprio in questa maniera. Ed è dal 1980, data in cui è comparsa per la prima volta nei fumetti, che Jennifer Walters alias She-Hulk si comporta così. Adesso vediamo insieme qualche esempio che vi faccia comprendere quanto questo personaggio sia simpatico, e molto simile alla caratterizzazione datagli nella serie.

She-Hulk e Meghan Tee Stallion

PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATI SU TUTTE LE NEWS, SEGUITE IL NOSTRO CANALE TELEGRAM!


SHE-HULK NEI FUMETTI HA MAI TWERKATO?

Rispondo subito: no, She-Hulk nei fumetti non ha mai twerkato. Parliamo di un personaggio degli anni ’80 e da una semplice ricerca in internet ho scoperto che il twerking è una danza in voga dai primi anni del duemila (non si smette mai di imparare). Tuttavia, Jennifer, ci ha fatto vedere qualcosa di similare.

In un’occasione, per esempio, She-Hulk salta la corda nuda, sostenendo che la Marvel farebbe di tutto pur di vendere un fumetto ma che rappresentarla in quella maniera fosse un tantino esagerato.

She-Hulk

In una cover di Sensational She-Hulk, di John Byrne, riprende la stessa tematica posando in maniera sensuale e rivolgendosi direttamente al lettore, infrangendo la quarta parete.

She-Hulk Byrne

In The Sensational She-Hulk 34, vi possiamo trovare una parodia della copertina di Vanity Fair che raffigurava Demi Moore incinta. Nella cover, in barba al comic code authority, Jennifer viene rappresentata in costume da bagno con un pallone in grembo a simulare una gravidanza mentre esclama: “It’s not FAIR to accuse me of VANITY”, creando un gioco di parole con il titolo della testata giornalistica.

She-Hulk Vanity Fair

E per tutti coloro che hanno criticato che Jennifer abbia parlato esplicitamente della serie facendo riferimento ai cameo di quest’ultima, ecco a voi una storica vignetta in cui She-Hulk si lamenta con John Byrne, lo scrittore, delle sue gag poco divertenti.

Nella storia editoriale del personaggio troviamo migliaia di esempi del genere ed elencarli tutti sarebbe impossibile, ma con una semplice ricerca ne potreste trovare a bizzeffe.

She-Hulk 4 parete

SEGUITECI ANCHE SULLA NOSTRA PAGINA INSTAGRAM PER RIMANERE SEMPRE SUL PEZZO!


SHE-HULK NON È UNA MACCHIETTA COMICA

She-Hulk non è una macchietta comica perché è un personaggio comico di per sé. Comico come Deadpool, per esempio. Perché quando si parla di quest’ultimo non si grida allo scandalo e non si invoca il crepuscolo del Marvel Cinematic Universe? I personaggi in realtà sono estremamente simili. Togliere questo tipo di comicità a questi due personaggi o a Spider-man, per esempio, sarebbe come privare Matt Murdock della sua fede, come privare Steve Roger del patriottismo o, banalmente, Batman delle mazzate. Sono caratteristiche intrinseche dei personaggi che sono stati ideati così dai loro autori.

Con questo non voglio dire che la serie sia una capolavoro o che debba essere apprezzata per forza. Lungi da me fare questo tipo di commenti. Dico solo che non si può criticare un personaggio perché è comico e perché “ormai i Marvel Studios da quando sono stati acquistati dalla Disney fanno solo film per bambini“.

Va bene che la serie non piaccia, va bene che il TIPO di comicità della serie non piaccia, va meno bene, a mio avviso, la critica alla caratterizzazione del personaggio che probabilmente è uno dei più fedeli alla controparte cartacea.

She hulk

SEGUITECI ANCHE SUL NOSTRO PROFILO TIKTOK, IN CUI PUBBLICHIAMO EDIT E VIDEO NEWS, A TEMA MARVEL!


Cosa ne pensate del tipo di comicità presente all’interno della serie? Se siete interessati ad approfondire il personaggio di She-Hulk, clicca qui.

/ 5
Grazie per aver votato!