SHE-HULK – RECENSIONE DEL SECONDO EPISODIO DELLA SERIE (2022)

Finalmente l’attesa settimanale è finita e oggi, come ogni giovedì, è uscito il secondo episodio su Disney+ della nuovissima serie Marvel: She-Hulk: Attorney at Law.

La recensione come sapete, si dividerà in diverse categorie: recensione no-spoiler, la parte spoiler, la parte dedicata ai personaggi e al cast, quella per quanto riguarda l’aspetto tecnico ed infine un ultima parte per le opinioni finali e il voto alla puntata.

SHE-HULK - RECENSIONE DEL SECONDO EPISODIO DELLA SERIE (2022)

PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATI SU TUTTE LE NEWS, SEGUITE IL NOSTRO CANALE TELEGRAM!


Recensione No-Spoiler

Dopo gli eventi accaduti nel pilot, Jen si ritrova a dover affrontare la “nuova vita” anche con questo suo lato Hulk, cosa che però le altre persone prendono in maniera positiva, elogiandola come nuova supereroina, come appunto She-Hulk.

Nell’episodio vedremo che la brillante avvocatessa dovrà occuparsi di un caso molto particolare, con un personaggio altrettanto particolare.

Voto: 7

Recensione Spoiler

L’episodio si apre mostrandoci un riferimento da parte dei telegiornali riguardo lo scontro tra Jen Walters e da come viene presentata, l’influencer Titania. Posso già dire che questa versione di Titania non mi va bene? Non lo so, come ho già spiegato preferivo un personaggio poco più serio, conoscendo il personaggio di Titania, ma va bene così.

Comunque, detto questo Jen viene vista da tutti come una vera e propria supereroina e come sappiamo, a lei non va bene per la sua questione lavorativa. Ma tutto questo non verrà accettato al lavoro, infatti verrà licenziata e rifiutata più e più volte, a causa del suo superpotere. Infatti, possiamo notare che nell’intro viene cambiata la frase “Attorney at Law” con “Attorney at Hire” quindi con “avvocato a noleggio” proprio per questo motivo qui.

Ho trovato fantastico il supporto da parte di Nikki quando Jen non si sente affatto al suo agio con i poteri, anche come Nikki l’aiuta ad affrontare la questione del nome da supereroe, sparandone alcuni come: girl hulk, lady hulk e she-hulk appunto. E Spero che l’avrete notato anche voi, ma Jennifer ha come sfondo del suo telefono le chiappe più belle d’America quindi quelle di Steve Rogers! Devo dire che mi ha fatto ridere tantissimo perché sicuramente dovrà essere più che ossessionata verso Steve.

Jen viene invitata alla cena di famiglia, dove qui in realtà personalmente mi aspettavo una classica disapprovazione da parte della propria famiglia quando spesso capita con dei superpoteri, e invece no la sua famiglia in primis suo padre che sembra alquanto contento di questa sua trasformazione. Vedo che i riferimenti ai vari Avengers o ad altri personaggi Marvel non mancano, infatti anche qui proprio il padre di Jen si chiede come faccia Occhio di falco a riprendersi tutte le sue frecce una volta lanciate.

La nostra supereroina tutta verde in preda alla disperazione viene contattata dal sign. Holliway, proprietario della GLK/H quindi un dipartimento legale che però, si occupa solo di casi superumani chiedendo a Jen di dover esercitare il suo ruolo come She-Hulk. Qui sono completamente impazzita quando Holliway le affiderà il suo primo caso, il quale sarà proprio Emil Blonsky aka Abominio.

Vi giuro che, non ho trattenuto la mia felicità dopo aver sentito il suo nome e averlo visto. Blonsky risiede nel DODC quindi il famoso “department of damage control” incontrato già in Spider-Man: No Way Home e Ms. Marvel. Questa un’altra scena che ho amato, il dialogo tra Jen e Emil, aspettavo sentire Emil parlare magari anche nei confronti di Bruce e di ciò che ha passato.

Infatti, è qui che racconta a Jen che lui divenne così a causa del siero del super soldato, in poche parole veniva inviato in missione per eliminare una minaccia ovvero (Hulk) e gli eventi accaduti ad Harlem, ho apprezzato come al personaggio di Abominio è stato fatto un cambiamento radicale se così possiamo dire rispetto alla sua presenza in “The Incredible Hulk” del 2008, sono stata colpita anche da questo suo senso di colpa, pentimento che ha raggiunto riguardo le sue vittime.

Mi è venuto in mente un riferimento ad una scena di “The Falcon and the Winter Soldier” dove lo stesso Bucky si renderà conto dei suoi sbagli e inizierà a pentirsene. Lo stesso Bruce al telefono con la cugina dirà che ormai è storia passata e anche a lui arrivò una lettera da parte sua. Ma vogliamo parlare di Bruce? Mentre sta al telefono con la cugina vediamo che si trova all’interno di una navicella, ovvero la stessa navicella corriere di Sakaar vista nel pilot.

Vi prego, non datemi false speranze e fatemi credere che stia andando a Sakaar per quel motivo che tutti pensiamo, no, non per il gran maestro di Thor: Ragnarok, ma bensì per Skaar, giuro che impazzirei semmai fosse presente. La puntata si conclude con una notizia da parte dei telegiornali, i quali annunciano la presunta fuga di Blonski e la partecipazione ad un fight club sotterraneo. I riferimenti a Shang-Chi e Wong sono abbastanza chiari.

Post-Credit

Come è già successo nel pilot e come accadrà nei prossimi episodi, anche qui è presente una scena post-credit che mi ha fatto ridere tanto quanto la prima. In questa è presente Jen alle prese con dei cambiamenti d’arredo nella casa della sua famiglia. Mi ha fatto ridere perché comunque la sua famiglia sfrutta in maniera positiva questo suo lato da supereoe per poter sistemare casa.

Personaggi e Cast

E’ ufficiale, amo Tatiana Maslany, già la conoscevo attraverso altri suoi progetti cinematografici ma in She-Hulk come magari in altri film, ha dato il meglio di sè e anche se ancora siamo a metà, posso già dire che merita. Credo che sia capace di far sentire allo spettatore ciò che il personaggio di Jennifer Walters prova e che passa, anche attraverso questo nuovo lato, anche se She-Hulk è priva di un alter-ego.

Il personaggio di Nikki interpretata da Ginger Gonzaga sta iniziando a piacermi, mi piace come lei aiuti e supporti Jen per qualsiasi cosa e spero che magari anche lei avrà un ruolo fondamentale all’interno della serie.

Voglio spendere due parole su Tim Roth, è stato fantastico, rivedere il suo personaggio e la forma umana di abominio è stato unico, dopo l’ultima apparizione fatta nel film di Shang-Chi. ho amato quei riferimenti fatti al film di Hulk e il pentimento da parte di Abominio riguardo le sue vittime, credo che tornerà magari assieme a Wong.

Aspetto tecnico

Personalmente, ero spaventata riguardo la CGI pensavo appunto che magari durante la serie avrebbe fatto schifo, invece adesso, ancora al secondo episodio posso dire che mi aspettavo di peggio, magari è presente in maniera minore però va bene così. Mi aspettavo qualche scena d’azione in più ma sicuramente avremo modo di vederle.


SEGUITECI ANCHE SULLA NOSTRA PAGINA INSTAGRAM PER RIMANERE SEMPRE SUL PEZZO!


Opinione finale con voto

Che dire, ho amato questo episodio, dall’acclamazione e l’emozione che coinvolge il pubblico dopo la rivelazione di She-Hulk, la presenza di Abominio, la bravura della Maslany, tutto coordinato e perfetto, sicuramente ha alzato il mio livello di Hype rispetto a com’era prima, dopo questi due episodi, in maniera particolare quest’ultimo. Ormai mi aspetto tanto da questa serie.

Voto: 7


SEGUITECI ANCHE SUL NOSTRO PROFILO TIKTOK, IN CUI PUBBLICHIAMO EDIT E VIDEO NEWS, A TEMA MARVEL!


Voi cosa ne pensate riguardo questo episodio?

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.