STAR WARS – TUTTI I 18 REGISTI LICENZIATI E SOSTITUITI NELL’ERA DISNEY (2022)

Fin dall’acquisizione della Disney nel 2012, Lucasfilm ha avuto difficoltà a mantenere i registi per la nuova ondata di contenuti Star Wars. Questo malfunzionamento ha portato a molti direttori e scrittori licenziati, un trend che continua ancora senza fermarsi.

La presidente della Lucasfilm, Kathleen Kennedy, ha annunciato che ci sarebbe stata una pausa nella produzione di lungometraggi dopo il 2019, dopo “L’ascesa di Skywalker“. L’intenzione era di pianificare i film successivi e ritornare nelle sale nel dicembre 2022, ma il COVID-19 ha posticipato di un anno ogni uscita in programma.

C’erano voci di un film segreto sulla Old Republic, che prendeva ormai il posto dell’accantonato “Rogue Squadron“, ma erano sicuramente senza alcuna base concreta; il ritorno teatrale di questo franchise è adesso distante almeno altri tre anni. I fan di Star Wars sicuramente non si annoieranno con l’ampia gamma di offerte Disney +, anche se gli show non ottengono tanto clamore quanto i film.

Le revisione creative sono state motivo di lotta per Lucasfilm quasi dal momento in cui la Disney ha acquisito la società, a partire dall’eliminazione di alcuni aspetti della trilogia sequel di George Lucas.

Era solo l’inizio. Con rare eccezioni, ogni progetto di Star Wars nella nuova era è stato contaminato da una sorta di controversia nello sviluppo. Alcuni sono andati bene, altri hanno sofferto molto e, ancora di più, alcuni non hanno mai visto la luce del giorno. Questa storia potrebbe diventare un marchio di fabbrica per Lucasfilm o potrebbe ribaltare la sua sorte.


PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATI SU TUTTE LE NEWS, SEGUITE IL NOSTRO CANALE TELEGRAM!


Star Wars

IL RISVEGLIO DELLA FORZA

Michael Arndt

Il 30 ottobre 2012 la Disney ha ufficialmente acquisito Lucasfilm e ha annunciato una nuova lista di film di Star Wars, a partire dall’episodio VII. Un gruppo di menti creative è stato riunito per mettere insieme questo prossimo capitolo di Star Wars, incluso lo scrittore di “Toy Story 3“, Michael Arndt.

JJ Abrams è stato chiamato a dirigere, ma si è presto ritrovato a supervisionare i compiti di scrittura. Dopo 13 mesi per sviluppare la storia, Arndt è stato licenziato e Abrams ha collaborato con l’allora consulente Lawrence Kasdan, per scrivere quello che è diventato “Il Risveglio della Forza“.

Star Wars

ROGUE ONE

Gary Whitta

Il supervisore di lunga data dell’ILM (Industrial Light & Magic), John Knoll, ha presentato “Rogue One” a Kathleen Kennedy come un film antologico di allora, basato su un episodio della serie non prodottaStar Wars: Underworld“. Gary Whitta è stato assunto per scrivere la sceneggiatura, ma è stato successivamente licenziato e sostituito da Chris Weitz, le cui idee differivano notevolmente da quelle di Whitta.

Gareth Edwards

Quando il film non è andato come previsto dalla Lucasfilm, il regista Gareth Edwards è stato licenziato (proprio nel mezzo del processo di post-produzione), sebbene abbia mantenuto il suo credito alla regia. Tony Gilroy è stato chiamato ed ha assunto il comando del processo di montaggio, ha supervisionato significative riprese di emergenza ed ha ristrutturato gran parte della trama del film, raccogliendo un merito di sceneggiatura per il suo lavoro.

SOLO

Phil Lord & Chris Miller

“Solo” è uno dei progetti inizialmente dati da George Lucas ed è stato il primo vero disastro di Star Wars al botteghino. Scritto da Lawrence e Jon Kasdan, il film è stato inizialmente diretto dal duo di registi Phil lord e Chris Miller. Gli altri però erano scontenti del livello di improvvisazione, dell’approccio comico e del tempo trascorso sul set; e così la coppia è stata licenziata da Kennedy a metà della produzione.

Ron Howard ha preso rapidamente il sopravvento e ha completato la produzione in tempo con nuove riprese, ma alla fine il budget per il film è stato raddoppiato. Il film è stato rilasciato a maggio 2018 su sollecitazioni della Disney e ha fallito per moltissimi fattori, eliminando in gran parte la possibilità di sequel (anche se Howard è pronto a tornare, se il supporto dei fan è abbastanza forte).

L’ASCESA DI SKYWALKER

Colin Trevorrow & Derek Connolly

Per concludere la saga di Skywalker, il regista Colin Trevorrow è stato scelto per supervisionare l’episodio IX nel 2015, scrivendo la sceneggiatura con il collaboratore Derek Connolly. Jack Thorne è stato assunto per le revisioni due anni dopo, ma la storia è rimasta insoddisfacente per Kennedy e Lucasfilm. Nel settembre 2017, Trevorrow e il suo team di sceneggiatori sono stati licenziati dal progetto intitolato “Duel of the Fates“.

JJ Abrams è stato poi assunto per scrivere e dirigere l’episodio finale, con pochissimo tempo da dedicarci e un’uscita anticipata prevista per il dicembre 2019. Insieme allo sceneggiatore di “Argo“, Chris Terrio, il regista ha realizzato “L’Ascesa di Skywalker” in soli 18 mesi. Il film è stato criticato da fan e critici per le scelte creative, con Abrams che in seguito si è lamentato del fatto che la trilogia sarebbe dovuta essere stata pianificata.

FILM ANTHOLOGY SU BOBA FETT

Josh Trank

Nel 2014, Simon Kinberg è stato assunto per scrivere un film antologico incentrato su Boba Fett. Josh Trank è stato successivamente chiamato alla regia, con l’obiettivo di far uscire il film nel 2018. Quando Lucasfilm ha saputo della disastrosa produzione di Trank “I Fantastici 4“, la sua apparizione e rivelazione del film alla Star Wars Celebration del 2015 è stata cancellata e successivamente gli è stata mostrata la porta.

James Mangold

Di nuovo all’inizio del 2018 si vide uno sforzo su un film di Boba Fett, questa volta scritto e diretto dal regista di “Logan“, James Mangold. Quando il film è stato escluso dalla lista di uscita della Disney per il 2020, Bob Iger ha spiegato che ci sarebbe stato un rallentamento nei film di Star Wars a seguito della scarsa performance di “Solo“. Mangold mantiene comunque un solido rapporto con la Lucasfilm, essendo stato il regista dell’imminente “Indiana Jones 5“.

TRILOGIA ANTHOLOGY SU OBI-WAN KENOBI

Stephen Daldry

Prima di ricevere il via libera per una serie Disney +, un progetto incentrato su Obi-Wan Kenobi era in fase di sviluppo come film. Lucasfilm si è rivolta alla star Ewan McGregor nel 2015, per riprendere il ruolo del maestro Jedi (dopo che l’attore ha espresso interesse a fare un film spin-off) ed è stato rapidamente fatto un accordo per iniziare lo sviluppo. Stephen Daldry è stato assunto per scrivere e dirigere entro il 2017, con Hossein Amini, che poi si è unito al team di sceneggiatori.

È stato rivelato successivamente che il film in fase di sviluppo era in realtà il primo di una trilogia. Con il film di Boba Fett non più candidato per il 2020 (dopo il licenziamento di Frank), il film di Kenobi avrebbe dovuto prendere il suo posto, fino a quando non è uscito “Solo“. Lucasfilm ha abbandonato qualsiasi piano per futuri film spin off e Daldry è stato lasciato andare, mentre le probabilità di vedere un progetto su Obi-Wan diminuivano.

LA TRILOGIA SENZA TITOLO DI RIAN JOHNSON

Rian Johnson

Lucasfilm e Kathleen Kennedy erano così soddisfatti della produzione senza intoppi de “Gli ultimi Jedi” e del loro rapporto di lavoro con Rian Johnson che hanno annunciato che lo scrittore e regista avrebbe preso le redini della propria trilogia. La notizia è stata data durante una telefonata trimestrale con Bob Iger nel novembre 2017, un mese prima che l’Episodio VIII arrivasse nelle sale.

Le reazioni al film sono state ben documentate e in cinque anni non è stato fatto alcun passo avanti nella trilogia. Johnson sostiene di “sperare” che il progetto si realizzi, ma la sua attenzione per il franchise di Knives Out ha portato a una comunicazione limitata con Kennedy. Tra la mancanza di movimenti sulla trilogia e il generale disinteresse dei fan per il ritorno di Johnson, è improbabile che i film vengano realizzati, anche se il progetto del regista non è ancora stato ufficialmente cancellato.

I FILM SENZA TITOLO DI BENIOFF & WEISS

David Benioff & D.B. Weiss

Una notizia bomba è stata lanciata all’inizio del 2018, quando Lucasfilm ha annunciato che David Benioff e D.B. Weiss avrebbero sviluppato una serie di film in concomitanza con la trilogia di Rian Johnson, ambientata in una nuova era per Star Wars. L’inizio del lavoro era previsto dopo il completamento dell’ultima stagione di “Game of Thrones”, che, secondo quanto riferito, i due si sono affrettati a realizzare per i loro film.

La scarsa accoglienza della stagione e l’urgenza dei due di portarla a termine sono stati l‘inizio della loro rottura con Lucasfilm. In seguito a uno strano mega-accordo con il servizio di streaming Netflix, è stato annunciato che il contratto di Benioff e Weiss per Star Wars è stato rescisso nell’ottobre 2019. I rapporti indicavano che il progetto doveva essere incentrato sulle origini degli Jedi, ma le idee sono state accantonate.

ANDOR

Stephen Schiff

Nel novembre 2018, Bob Iger ha annunciato l’arrivo su Disney+ di una serie prequel di Rogue One dedicata a Cassian Andor. Lo show era stato proposto come un progetto spy/thriller, con lo scrittore di “The AmericansStephen Schiff a fare da showrunner. A causa di problemi di sceneggiatura, Kennedy ha contattato Tony Gilroy per dare un’occhiata alla storia, il quale ha invece elaborato un manifesto di ciò che pensava dovesse essere la serie.

Gilroy si è unito al team di Andor a tempo pieno, inizialmente per scrivere, dirigere e lavorare al fianco di Schiff. Alla fine del 2019 Schiff è uscito completamente dal progetto e Gilroy ha assunto il ruolo di showrunner, e ha assunto un team di registi. La serie è stata rielaborata per essere composta da due stagioni di 12 episodi ciascuna, la prima delle quali ha ricevuto una valutazione quasi unica da parte dei fan di Star Wars.

IL FILM SENZA TITOLO DI J.D. DILLARD

J.D. Dillard & Matt Owens

All’inizio del 2020 si è diffusa la notizia che lo sceneggiatore e regista di “Sleight“, J.D. Dillard, ha firmato un contratto con la Lucasfilm per sviluppare un film di Star Wars senza titolo, insieme allo sceneggiatore di “Agents of SHIELDMatt Owens. La natura specifica del progetto rimane un mistero, anche se le prime notizie suggeriscono che il mondo Sith di Exegol potrebbe essere al centro dell’attenzione. Ma il film non ha mai iniziato la pre-produzione e a novembre Dillard ha rivelato che il progetto e la sua collaborazione con Lucasfilm erano terminati.

OBI-WAN KENOBI

Stuart Beattie

Stuart Beattie, uno degli sceneggiatori originali della trilogia di Kenobi, ha trascorso più di un anno a sviluppare il film su cui era basata la serie di Obi-Wan Kenobi. Lo scrittore ha lasciato il progetto dopo che il film è stato cancellato, ma il suo lavoro continua a vivere in vari momenti della serie su Disney+, tra cui l’incorporazione di Darth Vader come antagonista principale.

Hossein Amini

È stato il primo sceneggiatore assunto per aiutare Daldry a sviluppare il film su Kenobi, Kathleen Kennedy non era soddisfatta della storia meno promettente di Hossein Amini e la pre-produzione fu interrotta all’inizio del 2020 quando Amini fu licenziato. Joby Harold si è unito al progetto per la riscrittura, che ha comportato importanti cambiamenti, in quanto lui e la regista Deborah Chow hanno lottato per incentrare la storia di Obi-Wan su Leia e sul modo in cui la relazione si sarebbe poi risolta con Ben Solo. La produzione è finalmente iniziata nel 2021, dopo i ritardi dovuti al COVID e le nuove sceneggiature, e la serie è stata presentata in tempo per la Star Wars Celebration di Anaheim.

ROGUE SQUADRON

Patty Jenkins

Durante l‘Investor Day della Disney nel dicembre 2020, Kathleen Kennedy ha annunciato che “Rogue Squadron” sarà la prossima uscita nelle sale di Star Wars. Per le vacanze del 2023 è stato rivelato che Patty Jenkins, regista di Wonder Woman, dirigerà quella che è stata descritta come una storia pilota con gli X-wing. Lo scrittore di Dora, Matthew Robinson, si è unito al team di sviluppo per scrivere, anche se la portata del suo lavoro è sconosciuta.

Alla luce della scarsa accoglienza di “Wonder Woman 1984“, alla fine del 2021 si è diffusa la notizia che Rogue Squadron era in difficoltà e che avrebbe mancato la data di uscita, cosa poi confermata da Kennedy. Il film di Taika Waititi è stato provvisoriamente spostato al 2023, mentre la Jenkins ha lavorato per perfezionare la sceneggiatura del suo film, abbandonando Cleopatra per farlo. Quello che prima era un ritardo ora sembra essere un destino peggiore per il film, dato che Rogue Squadron è stato rimosso dal calendario delle sale Disney e si presume che la Jenkins si sia unita alla schiera dei registi licenziati.

Con la preoccupante tendenza della Lucasfilm e della Disney a lottare con lo sviluppo dei progetti, ci sono molti film e serie all’orizzonte che potrebbero perdere la guida creativa. Il prossimo film di Star Wars non uscirà prima del 2025, a meno che non ci sia uno scossone al calendario di Avatar 3, lasciando così molto tempo a qualche altro regista licenziato per guadagnarsi il lavoro.

IL FILM SENZA TITOLO DI TAIKA WAITITI

Taika Waititi & Krysty Wilson-Cairns

Annunciato come parte dei festeggiamenti per lo Star Wars Day del 2020, Taika Waititi e Krysty Wilson-Cairns sono stati incaricati di scrivere un nuovo film, mentre il primo sarà il regista. Waititi si è subito dedicato a “Thor: Love and Thunder“, che non è stato accolto benissimo dai fan e dalla critica Marvel. Il film, ancora senza titolo, si trova ora in uno stato di limbo: Waititi ha cercato di capire la storia per tre anni, ma potrebbe essere accantonato definitivamente, dato che il progetto di Damon Lindelof punta a essere la prossima uscita.

LANDO

Justin Simien

Tra le numerose serie di Star Wars annunciate durante il grande evento dell’Investor Day, Lando è quella che ha suscitato meno chiacchiere. Destinata a fungere da collegamento con Solo e sviluppata da Justin Simien di “Dear White People“, il più grande ostacolo per il progetto sembra essere l’agenda piena di impegni del protagonista Donald Glover. La Lucasfilm è ancora interessata a portare a termine la serie, ma Simien non avrebbe alcuna colpa se i piani dovessero fallire a causa della mancanza di progressi.

IL FILM SENZA TITOLO DI DAMON LINDELOF

Damon Lindelof

La notizia di un film di Star Wars scritto da Damon Lindelof, creatore di Watchmen, è emersa all’inizio dell’anno ed è stata recentemente confermata. Poco dopo la Star Wars Celebration di maggio, Lindelof ha tenuto per due settimane riunioni segrete nella stanza degli autori con i principali dirigenti della Lucasfilm e con il co-sceneggiatore Justin Britt-Gibson. La storia dovrebbe svolgersi dopo gli eventi de L’ascesa di Skywalker, con la possibilità che appaiano personaggi della trilogia sequel.

Sharmeen Obaid-Chinoy

Con una mossa a sorpresa, visto il suo lavoro esclusivo in Pakistan, la Lucasfilm ha assunto Sharmeen Obaid-Chinoy di Ms. Marvel per dirigere il film di Lindelof. Obaid-Chinoy si aggiunge a una lista crescente di creatori Marvel che sono stati scelti per un progetto di Star Wars, anche se i suoi colleghi non hanno una grande storia di permanenza. L’approccio alla regia è possibile in qualsiasi momento per il film ancora in fase di sviluppo. Se Lindelof se ne va, anche Obaid-Chinoy è naturalmente fuori.

IL FILM SENZA TITOLO DI SHAWN LEVY

Shawn Levy

Recentemente si è diffusa la notizia che Shawn Levy, regista di Deadpool 3, è stato chiamato a dirigere il prossimo film di Star Wars, confermata poi dallo stesso regista. Il piano attuale prevede che il regista porti a termine il suo lavoro su Deadpool prima di passare a Star Wars. Secondo quanto riferito, il film è diverso dagli altri progetti attualmente in fase di sviluppo e, non essendo stato annunciato alcun sceneggiatore, potrebbe essere lontano più di mezzo decennio dalla produzione.

IL FILM SENZA TITOLO DI KEVIN FEIGE

Kevin Feige

Dopo anni di suppliche da parte dei fan del MCU e di Star Wars, è stato rivelato che il presidente dei Marvel Studios, Kevin Feige, entrerà nella galassia lontana, lontana nel 2019. Feige sarà produttore del film insieme a Kennedy, ma dato che i suoi compiti alla Marvel sono molteplici, non è stato fissato un calendario per la produzione e l’uscita.

Michael Waldron

Nell’ambito di un accordo più ampio con la Disney, lo sceneggiatore di “Loki” Michael Waldron si occuperà della sceneggiatura del film di Feige. A maggio, lo scrittore ha rivelato di essere in fase di sviluppo della storia, che sarà scollegata dagli altri progetti di Star Wars. Non è ancora stato nominato un regista per il film, anche se il forte rapporto di collaborazione tra Waldron e Feige dovrebbe portare il film a compimento.

Al momento non ci sono molti film di Star Wars in lavorazione e per una buona ragione. Il metodo di ingaggiare i più grandi di Hollywood per poi licenziarli dopo un solo film non brillante non è una formula vincente. Kathleen Kennedy ha parlato della necessità di impegno da parte delle menti creative che porta con sé, ma questo deve essere ricambiato dalla Lucasfilm.

Sebbene alcuni dei registi e degli sceneggiatori licenziati fossero probabilmente meritevoli del loro destino, sembra che la Lucasfilm e la Disney abbiano il grilletto facile. Stephen Daldry, per esempio, non aveva bisogno di perdere il suo lavoro. Obi-Wan Kenobi andava bene come serie, non era speciale, ma avrebbe potuto esserlo se avesse avuto il trattamento cinematografico. Le conseguenze della bomba al botteghino di “Solo” hanno cambiato l’intero approccio di Star Wars, ed è facile chiedersi se non siano state apprese le lezioni sbagliate.

Per il momento, il futuro di Star Wars è la televisione. Nessuno dei progetti del Mando-Verse rischia lontanamente di essere cancellato, tranne Rangers of the New Republic” per ragioni non creative. La terza stagione di “The Mandalorian” è prevista per il febbraio 2023 e Jon Favreau è già impegnato nella scrittura della quarta stagione. Dave Filoni ha appena terminato la produzione di “Ahsoka” e dovrebbe chiudere il progetto entro l’estate, mentre “Skeleton Crew” di Jon Watts seguirà il tutto.

Nel 2024 dovrebbero arrivare “The Acolyte” di Leslye Headland, di cui sono appena iniziate le riprese della prima stagione, e la seconda stagione di “Andor“, che ha già iniziato le riprese. Ci saranno sicuramente altri progetti legati al Mando-Verse, tra cui la quarta stagione di “The Mandalorian” e una potenziale seconda stagione di “The Book of Boba Fett“.

La Lucasfilm è preoccupata per la qualità del suo prossimo film, come sempre dovrebbe essere. Realisticamente, uno dei film in fase di sviluppo deve funzionare. Ma il licenziamento di Kevin Feige sembra impensabile, anche se un passo indietro dovuto al carico di lavoro del MCU è sempre una possibilità. La cosa più importante per il futuro è che la Lucasfilm e Kathleen Kennedy sviluppino un piano e mantengano le loro promesse per il grande schermo.

È improbabile che la Lucasfilm annunci grandi film a breve. La Disney è consapevole del tasso di cambiamenti e, secondo quanto riferito, la Kennedy non è autorizzata a fare altre rivelazioni. Ma quando una sceneggiatura amata dall’azienda passerà sulle scrivanie dei dirigenti, riceverà il via libera e un regista sarà sul set per eseguire le riprese, i fan di Star Wars lo sapranno e si metteranno in fila per la prima serata.

È stata una strada lunga e accidentata per la Lucasfilm nell’era Disney Star Wars, ma ha la possibilità di correggere la rotta e iniziare una corsa vincente con un po’ di magia creativa e di fiducia.


SEGUITECI ANCHE SUL NOSTRO PROFILO TWITTER, SU CUI PUBBLICHIAMO LE PIÙ IMPORTANTI NOTIZIE DEL MONDO NERD!


Voi che cosa ne pensate? Come vi sentite a riguardo del futuro di Star Wars?

Fonte: The Direct

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *