RecensioniVideoGames

UFO ROBOT GOLDRAKE: IL BANCHETTO DEI LUPI – LA NOSTRA RECENSIONE! (2023)

Sviluppato e pubblicato da Microids, UFO Robot Goldrake: Il Banchetto dei Lupi è basato sull’omonimo anime giapponese, e i fan di vecchia data rimarranno sicuramente estasiati, dato che il gioco copre molti degli eventi narrati nell’anime, ma è accessibile anche ai nuovi fan. E sebbene abbia i suoi grossi problemi, offre un po’ di divertimento per gli appassionati di azione e del leggendario mech. Ecco la nostra recensione!

UFO Robot Goldrake: Il Banchetto dei Lupi

PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATI SU TUTTE LE NEWS, SEGUITE IL NOSTRO CANALE TELEGRAM!


Storia UFO Robot Goldrake: Il Banchetto dei Lupi

UFO Robot Goldrake: Il Banchetto dei Lupi inizia con un giorno che dovrebbe essere gioioso: l’unione del popolo di Fleed e di Vega attraverso il matrimonio del principe Duke Fleed e della principessa Rubina. Ma invece tutto finisce in tragedia, poiché l’evento viene utilizzato da Vega per lanciare un attacco a sorpresa. Con il suo mondo natale distrutto davanti ai suoi occhi, il Principe ha una sola opzione per salvarlo: riportare alla luce Goldrake, un robot gigante dall’immenso potere rimasto inattivo per anni, in modo da poter reagire.

Anche se, nonostante i suoi migliori sforzi, non è abbastanza e il pianeta cade sotto l’attacco del nemico. Questo è solo l’inizio di UFO Robot Goldrake: Il Banchetto dei Lupi, con l’azione che riparte sul pianeta Terra alcuni anni dopo, e copre diversi degli eventi più famosi del famosissimo anime. La storia è decisamente il punto di forza di questa produzione videoludica.

Non è certamente un prodotto dai livelli altissimi di scrittura, ma è fedelissimo all’anime originale e ripropone in maniera accurata molti degli eventi accaduti originariamente. Si tratta sicuramente di un grosso punto a favore per il titolo, che però purtroppo non brilla per quanto riguarda il gameplay o il comparto tecnico-grafico.

UFO Robot Goldrake: Il Banchetto dei Lupi

Gameplay

Il titolo è essenzialmente un action in terza persona, in cui prenderete il controllo di Goldrake in numerosi ambienti aperti, completando missioni mentre combatterete contro altri robot giganti. Ma lungo il percorso ci sono anche sezioni di sparatutto in stile simile a giochi come Afterburner, così come alcuni momenti shoot’em up orizzontali più tradizionali. Nei panni di Goldrake avrete a disposizione una varietà di attacchi corpo a corpo. Potete attaccare con i pugni, con la potente Alabarda Spaziale e altro ancora. L’Alabarda Spaziale può essere utilizzata anche per attaccare i nemici a distanza, dividendosi in due e puntando sui nemici prima di tornare su Goldrake come un boomerang.

Nel corso del gioco sarà possibile sbloccare diverse abilità raccogliendo materiali, inclusi contrattacchi che possono essere attivati ​​schivando abilmente gli attacchi nemici. Il combattimento è in fin dei conti molto divertente, anche se non proprio originale. L’unica cosa un po’ noiosa è la necessità di utilizzare determinate abilità per rendere i nemici vulnerabili agli attacchi standard. Spesso appaiono delle icone sopra le teste dei nemici che vi informano che dovete usare i pugni, l’Alabarda Spaziale o un’abilità chiamata Tempesta Anti-Gravitazionale per farli tentennare, ad esempio.

UFO Robot Goldrake: Il Banchetto dei Lupi

Ciò che è importante notare è che molti di questi attacchi richiedono energia per essere utilizzati, quindi a volte potreste ritrovarvi incapaci di infliggere danni a determinati nemici finché non aspettate che si ricarichino naturalmente o non eseguirete alcuni attacchi standard solo per accelerare il processo di ricarica. Questa energia viene utilizzata anche per guarire Goldrake, un processo che richiede di stare fermi e meditare per un breve periodo di tempo. La chiave è quindi la gestione efficace dell’energia.

Nel corso della storia presentata da UFO Robot Goldrake: Il Banchetto dei Lupi, visiterete una varietà di luoghi e, sebbene sia difficile descriverlo come un gioco completamente open world, sicuramente presenta elementi open world. In ogni area sarete liberi di esplorare e completare le missioni disponibili nell’ordine che riterrete opportuno. Ci sono anche cose come punti di meditazione da trovare e depositi contenenti materiali preziosi per migliorare le abilità del personaggio. Insieme a una serie di impegnativi combattimenti contro i boss da superare e alle frequenti sezioni sparatutto, sarete comunque sempre tenuti all’erta.

UFO Robot Goldrake: Il Banchetto dei Lupi

Comparto tecnico e grafico

Il comparto tecnico del gioco è decisamente da aggiustare. Il titolo ha parecchi bug, glitch e problemi che a volte danno fastidio all’esperienza di gioco, e anche le performance in diversi punti del gioco sono da stabilizzare.

Il comparto grafico del titolo è discreto. Seppur non brilli per niente in quanto alla direzione artistica del mondo di gioco, abbastanza vuoto e piatto, il design di Goldrake e di tutti i vari nemici è spettacolare, e dimostra l’enorme amore e rispetto del team di sviluppo per l’opera madre.

Conclusione e Voto

In conclusione, UFO Robot Goldrake: Il Banchetto dei Lupi non è un brutto gioco, per niente. Ma non fa nulla che impressioni veramente. È per la maggior parte un gioco d’azione discreto, sostenuto da alcune sezioni sparatutto piuttosto divertenti che aggiungono una bella varietà al gameplay. Ed è ulteriormente ostacolato da alcuni problemi tecnici che si spera verranno risolti dopo il lancio. In ogni caso, i fan dello show giapponese sicuramente avranno da divertirsi tantissimo, e i nuovi arrivati ​​saranno pronti a scoprire la storia di Goldrake in modo interattivo.

Storia

Gameplay

Comparto tecnico e grafico

VOTO: 6.5 / 10

Versione testata: Xbox Series X

SEGUITECI ANCHE SUL NOSTRO PROFILO TWITTER, SU CUI PUBBLICHIAMO LE PIÙ IMPORTANTI NOTIZIE DEL MONDO NERD!


E voi avete già giocato a UFO Robot Goldrake: Il Banchetto dei Lupi? Fateci sapere la vostra opinione nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *