“SONO STANCO DI ESSERE ‘PIXEL-F*TTUTO’ DALLA MARVEL” – PARLA UN VFX ARTIST (2022)

In un articolo di Vulture, nella rubrica “Anonymous in Hollywood”, un VFX artist ha raccontato le proprie esperienze di lavoro con la Marvel. In questo sfogo anonimo, come in un tweet di un altro artista degli effetti visivi, la casa produttrice non sembra essere vista sotto una buona luce.

Ecco di seguito le parole di questo artista anonimo, tradotte da noi di NerdAlQuadrato per voi.

A VFX Artist Talks Working with Marvel

PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATI SU TUTTE LE NEWS, SEGUITE IL NOSTRO CANALE TELEGRAM!


ECCO IL DISCORSO DEL VFX ARTIST ANONIMO

È abbastanza noto e persino ci scherzano sopra in tutti gli studi di effetti visivi: lavorare negli show della Marvel è davvero difficile. Quando ho lavorato a un film, sono stati quasi sei mesi di straordinari ogni giorno. Lavoravo sette giorni su sette, con una media di 64 ore a settimana in una settimana di quelle buone. La Marvel ti fa lavorare davvero duramente.

Ho avuto colleghi che si sono seduti accanto a me, sono crollati e hanno iniziato a piangere. Ho avuto anche persone che hanno avuto attacchi di ansia al telefono. I Marvel Studios hanno molto potere sugli studi di effetti visivi, solo perché hanno così tanti film di successo che escono uno dopo l’altro. Se hai fatto scontenta la Marvel in qualche modo, c’è un’alta probabilità che non otterrai quei progetti in futuro. Quindi gli studi degli effetti visivi stanno cercando di farsi in quattro per rendere felice la Marvel.

Per ottenere lavoro, le case fanno un’offerta per un progetto; tutti stanno cercando di andare sotto le offerte dell’altro. Con la Marvel, le offerte in genere diminuiscono un po’ e la Marvel è felice di ciò, perché risparmiano denaro. Ma quello che accade è che tutti i progetti Marvel tendono a essere a corto di personale. Laddove di solito avrei una squadra di dieci artisti VFX in un film non della Marvel, in un film Marvel ne ho due, compreso me stesso. Quindi ognuno finisce per fare più lavoro del necessario.

A VFX Artist Talks Working with Marvel

L’altro problema con la Marvel è che è famosa per aver chiesto molti cambiamenti durante il processo. Quindi sei già oberato di lavoro, ma poi la Marvel chiede modifiche regolarmente, in eccesso rispetto a quello che fa qualsiasi altro cliente. E alcuni di questi cambiamenti sono davvero importanti. Forse un mese o due prima dell’uscita di un film, la Marvel ci farà cambiare l’intero terzo atto.

Ci sono tempi di consegna davvero stretti. Quindi sì, semplicemente non è una bella situazione in generale. Uno studio di effetti visivi non è riuscito a finire il numero di shoots e reshoots (che la Marvel aveva chiesto) in tempo, quindi la Marvel ha dovuto affidare il lavoro al mio studio. Da allora, quell’altro studio è stato effettivamente inserito nella lista nera per ottenere un lavoro alla Marvel.

Parte del problema deriva dall’MCU stesso, anche solo dal numero di film che ha. La Marvel fissa le date ed è molto rigida riguardo a quelle; eppure è abbastanza disposta a fare nuove riprese e grandi cambiamenti molto vicino alle date di uscita, senza spostarle di un giorno. Questa non è una nuova dinamica. Ricordo di essere andato a una presentazione, da parte di uno degli altri studi di VFX, su uno dei primi film del MCU e le persone parlavano di come venivano ‘pixel-fottute’. Questo è un termine che usiamo nel settore quando il cliente vuole scegliere ogni piccolo pixel. Anche se non te ne accorgi mai.

Un cliente potrebbe dire: “Questo non è esattamente quello che voglio” e tu continui a lavorarci. Ma non hanno idea di cosa vogliono. Quindi diranno: “Puoi provare questo? Puoi semplicemente provarlo?” Vorranno che tu cambi un’intera ambientazione, un intero ambiente, sempre troppo tardi per un film.

A VFX Artist Talks Working with Marvel

SEGUITECI ANCHE SULLA NOSTRA PAGINA INSTAGRAM PER RIMANERE SEMPRE SUL PEZZO!


TANTI PROBLEMI E POCHE SOLUZIONI

Il problema principale è che la maggior parte dei registi della Marvel non ha familiarità con il lavoro degli effetti visivi. Molti di loro hanno appena fatto dei piccoli indie al Sundance Film Festival e non hanno mai lavorato con gli effetti visivi. Non sanno come visualizzare qualcosa che non c’è ancora, che non è sul set con loro. Quindi la Marvel inizia spesso a chiedere ciò che chiamiamo “render finali”.

Mentre stiamo lavorando a un film, invieremo immagini in corso di lavorazione, che non sono belle ma mostrano a che punto siamo. La Marvel chiede spesso che i render vengano consegnati con una qualità molto più elevata molto presto, e ciò richiede molto tempo. La Marvel lo fa perché i suoi registi non sanno come guardare immagini approssimative all’inizio e fare valutazioni. Ma questo è il modo in cui l’industria deve lavorare. Non puoi mostrare qualcosa di molto bello quando le basi sono ancora da definire.

L’altro problema è che, quando siamo in post-produzione, non abbiamo un direttore della fotografia coinvolto. Quindi inventiamo le riprese per la maggior parte del tempo e questo provoca molte incongruenze. Un buon esempio di ciò che accade in questi scenari è la scena di battaglia alla fine di Black Panther. La fisica è completamente spenta. Improvvisamente, i personaggi saltano in giro, facendo tutte queste mosse folli come personaggi d’azione nello spazio. Improvvisamente, la telecamera fa questi movimenti che non c’erano nel resto del film. Sembra tutto un po’ da cartone animato. Si è rotto il linguaggio visivo del film.

Amazing VFX breakdown of the famous movie “Black Panther”

Le cose devono cambiare ad entrambe le due estremità. La Marvel ha bisogno di spiegare ai suoi registi come lavorare con gli effetti visivi e come avere una visione migliore fuori dal loro schema. Lo studio ha bisogno di tenere maggiormente i registi sul fuoco, per fargli capire ciò che vogliono davvero. L’altra cosa è la sindacalizzazione. C’è un movimento crescente per questo, perché aiuterebbe a garantire che gli studi di VFX non possano accettare offerte senza dover considerare quali sarebbero le conseguenze. Perché la maggior parte delle volte è come se lavorassi a uno spettacolo Marvel (e ci lavorassi ad un prezzo inferiore), solo perché è figo.

Alcuni dei problemi che ho menzionato sono universali per ogni spettacolo e ogni progetto. Ma in altri progetti finisci a fare meno straordinari. E sei in grado di respingere di più le richieste dei registi. Quando dicono qualcosa del tipo “Ehi, lo voglio”, puoi dire “Non ha senso“. Non tutti i clienti hanno la prepotenza della Marvel.

A VFX Artist Claims Marvel is a 'Horrible Client,' Describing the Working  Conditions - FanFest

SEGUITECI ANCHE SUL NOSTRO PROFILO TIKTOK, IN CUI PUBBLICHIAMO EDIT E VIDEO NEWS, A TEMA MARVEL!


E voi, cosa ne pensate? Chi ha ragione?

Fonte ufficiale: Vulture

/ 5
Grazie per aver votato!