MERCOLEDÌ – LA NOSTRA RECENSIONE! (2022)

Disponibile dal 23 novembre su Netflix, Mercoledì è la serie tv di 8 episodi dedicata a uno dei personaggi più memorabili della famiglia Addams, Mercoledì. Da molto attesa da parte del pubblico, sia per la protagonista interpretata da Jenna Ortega e per la presenza di Tim Burton alla direzione dei primi 4 episodi è il momento di tirare le somme sulla serie con la nostra recensione di NerdAlQuadrato.

Chi ci segue sa già che la recensione di Mercoledì sarà divisa in diverse categorie: la parte no-spoiler, parte spoiler, la parte dedicata ai personaggi e al cast, un ulteriore all’aspetto tecnico e infine l’opinione finale con voto.

Wednesday - Mercoledì
Mercoledì

PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATI SU TUTTE LE NEWS, SEGUITE IL NOSTRO CANALE TELEGRAM!


Recensione No-Spoiler

Tim Burton, un nome che è già una garanzia se si parla di teen drama con un accattivante stile gotico, un erede spirituale di “Le Terrificanti avventure di Sabrina”, che però prende spunto dai primi film di Harry Potter. La serie parte immediatamente senza perdersi in chiacchere mostrandoci subito la protagonista della serie, Mercoledì Addams, interpretata da una bravissima Jenna Ortega, che dopo essere stata esplulsa per la quinta volta è costretta dai genitori Morticia e Gomez Addams ad andare alla Nevermore Academy, scuola creata apposta per i “reietti” come lei. Sirene, Lupi Mannari, Gorgoni, ecc.

Insomma questa è la premessa della Nevemore, una scuola adatta a chiunque sia un reietto della società “normale” ma che in realtà sembra nascondere molti più segreti, omcidi e misteri di quanto non sembri già. L’impronta di Burton sia nei primi 4 episodi si sente come le ambientazioni e ogni singolo personaggio. La prima parte della serie (1-4) ci presenta una Mercoledì molto chiusa e diffidente dai altri, nella seconda parte invece, si crea la parte trhiller e con più dose mystery.

Uno dei punti forti di Mercoledì è quello di essere una serie godibile e non presenta (quasi) mai momenti morti. La colonna sonora di Danny Elfman ci porta perfettamente nel mood gotico della serie. Mercoledì è il personaggio perfetto per incarnare la figura dell’eroe gotico Burtoniano.

Voto: 7/10

Wednesday
Mercoledì

Recensione Spoiler

Nel corso della stagione, il grande mistero della serie è chi sia il mostro che uccide sia i “normali” che i “reietti”, dopo 8 episodi pieni di piccolo indizi e scoperte insolite si viene a scoprire che il mostro, chiamato Hyde nella serie, è in realtà Tyler il “semi-fidanzato” di Mercoledì nella serie e figlio del poliziotto che da la caccia a Gomez Addams da anni dopo che quest’ultimo fu scagionato per l’accusa di omcidio.

Forse l’unica cosa che funziona di meno nella serie, ci prova a deragliare la nostra attenzione su un falso colpevole ma dopo 5 minuti si riesce a capire perfettamente che è una falsa pista. La costruzione sarà pure interessante ma non è perfetta e in certe parti ci sono buchi di trama non da poco. Menzione onorevole però al Cliffhanger con la rivelazione che il personaggio di Christiani Ricci è la mano che fino a quel momento ha costretto Tyler a doversi trasformare nell’Hide e uccidere chiunque per gli scopi malefici.

Wednesday
Mercoledì

Personaggi e Cast

Come detto in precedenza Jenna Ortega nei panni di Mercoledì Addams è perfetta, un intepretazione ben costruita e si capisce il duro lavoro per essere si monoespressivi ma ogni tanto con quel accenno di emozione che è perfettamente ben inserito. Il resto del cast si avvicina di poco al lavoro incredibile fatto da Ortega ma nessun personaggio è dimenticabile (cioè forse Lurch e Pugsley ma è un altra storia); il cast degli adulti è quello più interessante e ben scritto dietro, ovviamente, alla nostra Mercoledì.

Catherine Zeta-Jones e Luis Guzmán sono dei ottimi Morticia e Gomez Addams, sensuali, pericolosi e intriganti; stessa cosa si può dire a Fred Armisen nei panni di un eccentrico e buffo Zio Fester. Sono da meno personaggi come Pugsley e Lurch che fanno più comparsate nella serie, ma è giusto così, la serie si chiamaMercoledì non “The Addams Family”. Menzione onorevole e necessaria: Ma quanto è bella Mano? In alcune scene fatta in CGI in altre fatta con una tecnica simile alla stop-motion ma più fluida, innamorarsi di Mano è automatico non c’è nulla da fare.

Wednesday
Mercoledì

Aspetto tecnico

La messa in scena e le ambientazioni sono ottime, in pieno stile gotico con i personaggi e il mood generale della serie. La regia dei primi 4 episodi di Mercoledì affidata a Burton è molto coinvolgente e si sente (ma non troppo in certi casi) la sua mano, dal quinto in poi la regia è affidata a James Marshall e Gandja Monteiro dove entrambi puntano su una regia in certe parti più sperimentale ma rimamendo comunque senza sbavature o imperfezioni. La sceneggiatura di Miles Millar e Alfred Gough è ben fatta e prende molto spunto dai film di Harry Potter rimescolando il tutto con un ambientazione macabra e gotica.

Wednesday
Mercoledì

Opinione finale con voto

Per concludere… Mercoledì è una serie perfetta per i ragazzi e se amate anche Tim Burton è la serie che fa per voi. Per chi è un po’ più nostalgico e non avvezzo a questo tipo di impostazione seriale potrebbe trovare la serie abbastanza banale. È vero, Mercoledì non è perfetta, ma è comunque un buon prodotto che può vivere di vita propria senza essere legata a un “franchise” come quello della famiglia Addams.

Mentre scrivo la recensione la serie, di fatto è diventata tra le serie più vista su Netflix raggiugendo i livelli della quarta stagione di Stranger Things (Per leggere la nostra recensione cliccate qui), di conseguenza è molto probabile una seconda stagione in cantiere, ma solo il futuro ci dirà il fato di questa coinvolgente e memorabile serie.

Voto: 7/10

Wednesday
Mercoledì

SEGUITECI ANCHE SUL NOSTRO PROFILO TWITTER, SU CUI PUBBLICHIAMO LE PIÙ IMPORTANTI NOTIZIE DEL MONDO NERD!


Cosa ne pensate? Avete già visto Mercoledì?

Cliff

Amante della settima arte, cinefilo in tutto e per tutto ma sempre disposto a conoscere cose nuove. Amo particolarmente il cinema di James Gray e Taylor Swift, i cinecomic Marvel sono la mia kryptonite 👀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *