THOR: LOVE AND THUNDER – IL FILM DIMOSTRA CHE NON ABBIAMO BISOGNO DI UN THOR 5 (2022)

Thor: Love and Thunder ha fatto il suo esordio nelle sale italiane il 6 luglio 2022. Ora ci si chiede se un Thor 5 sia effettivamente necessario.

⚠️ ATTENZIONE: ALLERTA SPOILER SU “THOR: LOVE AND THUNDER” ⚠️

In procinto di diventare il più grande franchise della storia di Hollywood, il Marvel Cinematic Universe ha sempre mantenuto un livello relativamente alto per quanto concerne le sue produzioni. Tuttavia, mentre le prime tre fasi del progetto sono state acclamate dal pubblico e dalla critica, la produzione cinematografica recente è diventata sempre più divisiva man mano che si avanza con la fase quattro e si va oltre.

Caso in questione è l’ultima uscita della Marvel – Thor: Love and Thunder di Taika Waititi – che è il quinto film del franchise a non aver ricevuto il prestigioso badge “Certified fresh” di Rotten Tomatoes, sottolineando che gran parte della critica non ha apprezzato il film.

Thor Love and Thunder

PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATI SU TUTTE LE NEWS, SEGUITE IL NOSTRO CANALE TELEGRAM!


Il percorso di Thor all’interno del Marvel Cinematic Universe

Per quanto riguarda il futuro del franchise di Thor la reazione del pubblico è irrilevante. Il film stesso si presentava come la chiusura di un cerchio, la conclusione di un percorso. Basti pensare al primo Thor di Kenneth Branagh. La pellicola trattava, in parte, della crescita dell’asgardiano, del voler diventare una versione più matura di sé, capace di brandire Mjolnir.

Thor: The Dark World ha poi approfondito questo aspetto, facendo soffrire il Dio del tuono non solo per la morte di sua madre, Frigga, ma anche per la perdita (seppur momentanea) di suo fratello Loki. Poi arriva Thor: Ragnarok, in cui il personaggio perde suo padre Odino, Mjolnir viene distrutto ed è costretto ad uccidere sua sorella Hela.

La situazione va peggiorando decisamente in Avengers: Infinity War. Qui Loki viene ucciso definitivamente e sebbene avesse la possibilità di salvare l’universo, acciecato dalla rabbia, ha sostanzialmente permesso a Thanos di schioccare le dita utilizzando il guanto dell’infinito.

Non si può fare a meno di ricordare anche Avengers: Endgame, in cui troviamo un Thor distrutto nello spirito (ma anche fisicamente), il quale intraprende un viaggio nel tempo che lo porta a scoprire che è ancora degno di brandire Mjolnir, nonostante non avesse più l’autostima o il corpo di un Dio.

E poi Love and Thunder, in cui Jane Foster, suo unico vero amore, muore fra le sue braccia, essendo malata di cancro.


SEGUITECI ANCHE SULLA NOSTRA PAGINA INSTAGRAM PER RIMANERE SEMPRE SUL PEZZO!


Un ciclo che volge alla sua naturale conclusione

Durante tutte le sue apparizioni nel Marvel Cinematic Universe, il viaggio di Thor è stato sempre caratterizzato da una continua scoperta e crescita di sé. Lo abbiamo visto perdere tutti i suoi affetti, i conseguenti crolli emotivi e infine il suo modo di affrontarli. Ora ha una famiglia tutta sua, è felice.

Dopo le montagne russe di un arco narrativo, il film Thor: Love and Thunder ha finalmente introdotto l’amore nella vita del Dio del tuono grazie ad una figlia adottiva, portando ufficialmente a termine il suo arco narrativo.

Anche se il personaggio apparirà sicuramente in un futuro film Marvel, come confermato dai titoli di coda di Love and Thunder, non è necessario che abbia un nuovo film da solista. Il suo viaggio è giunto al termine non c’è assolutamente bisogno di un quinto film di Thor.


SEGUITECI ANCHE SUL NOSTRO PROFILO TIKTOK, IN CUI PUBBLICHIAMO VIDEO SU MARVEL, DC COMICS E STAR WARS!


Siete d’accordo? Cosa ne pensate di “Thor: Love and Thunder“? Se volete saperne di più, leggete qui tutti gli articoli riguardo al film!

Fonte ufficiale: Comicbook

/ 5
Grazie per aver votato!