MAN OF STEEL – ECCO 10 CURIOSITÀ SUL FILM! (2023)

Esattamente 10 anni fa, il 20 giugno 2013, veniva rilasciato nelle sale italiane Man Of Steel, il primo film del DC Extended Universe, diretto da Zack Snyder. Noi di Nerd Al Quadrato, per celebrare l’anniversario del primo film di uno degli universi cinematografici più importanti degli ultimi anni, abbiamo pensato di raccontarvi 10 curiosità uniche sulla pellicola!

Tra queste, troverete curiosità sui casting del film, su alcuni momenti dietro le quinte e alcune decisioni particolari della produzione e degli attori. Dunque non perdiamo altro tempo ed addentriamoci nel mondo di Man Of Steel!

Man Of Steel
Man of Steel

PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATI SU TUTTE LE NEWS, SEGUITE IL NOSTRO CANALE TELEGRAM!


1. UN SUPERMAN DIVERSO

Henry Cavill è stato il primo attore non americano ad interpretare il ruolo di Clark Kent. Infatti, Cavill è nato sull’isola di Jersey ed ha origini britanniche. L’attore ha anche rischiato di non ottenere la parte, dato che mentre il regista Zack Snyder lo stava chiamando per accordarsi sul film, Henry era impegnato a giocare a World Of Warcraft. Oltre ad essere diverso dai precedenti kryptoniani, come George Reeves, Christopher Reeve o Brandon Routh, Henry è protagonista della prima pellicola su Superman che non contiene il nome dell’eroe nel titolo. 

Superman - Christopher Reeve
Man of Steel

2. L’ASPETTO DI SUPERMAN

Per il ruolo di Kal-El, il protagonista del film decise di mantenere il petto villoso, per ispirarsi al proprio personaggio nel periodo fumettistico noto come “La morte di Superman“. Il fisico dell’attore inoltre è del tutto reale e Cavill si è allenato duramente per ottenerlo, dato che aveva dovuto quasi completamente perdere i suoi muscoli per recitare in La Fredda Luce Del Giorno. Quando ha raggiunto la corporatura di Superman, Henry ha dovuto buttare parecchi vestiti perchè troppo stretti. L’aspetto di Clark nel film è stato anche voluto da Zack Snyder, che voleva ispirarsi ai disegni di Jim Lee

Henry Cavill - Man Of Steel
Man of Steel

3. BATMAN E SUPERMAN

Inizialmente, Ben Affleck è stato considerato per dirigere il film. Il regista ha però rifiutato perchè non si sentiva pronto per gestire un lungometraggio così costoso e ricco di effetti visivi. Poco tempo dopo, Affleck è stato scelto per interpretare Bruce Wayne in Batman v Superman: Dawn Of Justice, in cui il suo personaggio si scontra proprio con quello di Henry Cavill. Il Superman di Man Of Steel è stato fin da subito legato a Batman anche in un altro modo: l’idea di realizzare la pellicola è nata dopo il successo di The Dark Knight, diretto da Christopher Nolan, che ha supervisionato anche Man Of Steel

Batman v Superman: Dawn Of Justice
Man of Steel

4. UNA FORTE EREDITÀ 

Prima di Henry Cavill sono stati molti gli attori ad indossare il mantello e portare avanti questa eredità è sicuramente un peso importante. Durante le prime audizioni, il protagonista ha indossato l’iconico costume della pellicola del 1978, con protagonista Christopher Reeve. Un dettaglio ancora più importante legato a Reeve si può notare all’interno del film: durante il terzo atto del film, quando Clark si prepara ad alzarsi in volo verso la macchina terraformante, la sua faccia diventa per alcuni istanti identica a quella del compianto Christopher. Snyder però ha rivelato che non è stata una cosa intenzionale, ma che si è trattato semplicemente di una coincidenza.

Superman test-screening
Man of Steel

5. UNA NUOVA COLONNA SONORA

Per realizzare la pellicola, Zack Snyder non ha voluto utilizzare l’iconica colonna sonora di John Williams: “Superman Theme”. Proprio per questo è stato contattato Hans Zimmer per scrivere una nuova partitura musicale. Così facendo, Man Of Steel si è differenziato in un ulteriore ambito dagli altri film di Superman, dato che è il primo film sul personaggio a non avere il tema di John Williams, utilizzato invece nei film di Christopher Reeve e in Superman: Returns. 

Hans Zimmer
Man of Steel

SEGUITECI ANCHE SULLA NOSTRA PAGINA INSTAGRAM PER RIMANERE SEMPRE SUL PEZZO!


6. I POSSIBILI INTERPRETI

Matthew Goode, Armie Hammer, Matt Bomer, Joe Manganiello, Zac Efron e Colin O’Donoghue erano stati considerati per il ruolo dell’uomo d’acciaio. Cavill è stato però la scelta finale, nonostante Hammer fosse un attore già noto in casa DC, dato che avrebbe dovuto interpretare Batman nel film mai realizzato sulla Justice League di George Miller. Sean Penn e Clive Owen furono invece considerati per il ruolo di Jor-El, che è poi andato a Russell Crowe. Cavill e Crowe avevano già recitato come padre e figlio tredici anni prima, in “Rapimento e riscatto”.

Man Of Steel
Man of Steel

7. IL COSTUME REALISTICO

La tuta di Superman è stata disegnata da James Acheson e Michael Wilkinson. Una cosa che salta subito all’occhio ai fan dei fumetti, è l’assenza dei mutandoni rossi del personaggio. Zack Snyder ha rivelato che questa scelta è stata molto difficile e che lui avrebbe preferito mantenere i mutandoni, ma la cosa è stata sconsigliata dalla produzione. Sono state realizzate 1500 varianti del costume con le mutande, ma sono state tutte scartate. Il costume è quindi diventato più moderno, ma allo stesso tempo simile all’originale, per tenere Superman al passo coi tempi.

Man Of Steel
Man of Steel

8. L’ISPIRAZIONE MEDIOEVALE 

L’armatura indossata dal villain del film, il Generale Zod di Michael Shannon, è stata completamente realizzata in CGI, dato che un’armatura reale avrebbe complicato le riprese. Per gli abitanti di Krypton invece, che vengono ampiamente mostrati nel primo atto della pellicola, il costumista Michael Wilkinson ha realizzato delle tute simili al periodo neo-medievale e al di sotto di esse i kryptoniani indossano delle tute aderenti, come è possibile vedere in diverse scene. 

Zod - Man Of Steel
Man of Steel

9. UN MONDO IN FIN DI VITA 

La storia di Superman è ormai famosissima: con la distruzione del suo pianeta natale, Krypton, Kal-El viene mandato dai suoi genitori sulla Terra, nella speranza di trovare un mondo migliore. Proprio per questo, nel film Krypton è rappresentato come un mondo sotterraneo, con una superficie arida, priva di vita. Snyder voleva creare un luogo speciale ed immersivo, completamente diverso dalla Terra ed antico. Anche la tecnologia è arrugginita, per dare una sensazione di qualcosa di vecchio, ma comunque avanzato. Questo per rappresentare un mondo avanzato tecnologicamente ma sul punto di morire e vicino alla devastazione

Krypton
Man of Steel

10. UN NUOVO SUPERMAN 

Quando nacque il progetto di Man Of Steel, Brandon Routh e Bryan Singer rivelarono di essere interessati a tornare nei rispettivi ruoli di Clark Kent e Lex Luthor, dopo averli interpretati in Superman Returns. Venne però annunciato che il film avrebbe resettato la saga di Superman e sarebbe ripartito da zero, ma Routh era ancora interessato. Snyder rivelò che il film non avrebbe avuto alcun collegamento con i precedenti e venne così scelto Henry Cavill, che era già stato contattato per il ruolo qualche anno prima, nel mai realizzato “Superman: Flyby”, diventato poi Superman Returns. 

Superman Returns
Man of Steel

SEGUITECI ANCHE SUL NOSTRO PROFILO TWITTER, SU CUI PUBBLICHIAMO LE PIÙ IMPORTANTI NOTIZIE DEL MONDO NERD!


Voi cosa ne pensate? Vi piace Man Of Steel?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *