THE BATMAN – LA NOSTRA RECENSIONE CON SPOILER (2022)

The Batman
Robert Pattinson
Batman (Robert Pattinson)
Dopo aver pubblicato la Recensione No spoiler , come promesso eccovi la recensione con spoiler di The Batman (2022) e sperando che sia di vostro gradimento vi auguriamo una buona lettura!

È la notte di Halloween a Gotham City, e un incredibile scena d’apertura ci mostra l’inquietante omicidio del Sindaco Mitchell da parte di un Enigmista davvero inquietante. Da qui parte un incredibile thriller cinematografico con protagonista il Pipistrello di Gotham. Da qui, parte The Batman

“Giovedì, 31 Ottobre. Le strade sono affollate per la festa, nonostante la pioggia. Nel caos c’è una forza, pronta a colpire come i serprenti. Ma ci sono anch’io, e sorveglio. Due anni di oscurità mi hanno trasformato in un aninale notturno”

E’ così che ci viene introdotto Batman. Descrivendosi, descrivendo la città e i suoi abitanti. Un uomo che usa la paura come uno stumento, non per essere rispettato, ma per essere temuto. Poco dopo si entra nell’indagine. Gordon e il distretto di Polizia si fanno aiutare da Batman per capire chi è l’assassino del Sindaco, e perché lo ha ucciso. Subito ci viene mostrata la sua intelligenza e la sua conoscenza. Questo film infatti presenta il lato detective di Batman alla perfezione, rifacendosi per molte cose alla storia di “Batman: Hush”.

Bat-Caverna

Poco dopo ci viene mostrata la Bat-caverna, un garage sotterraneo a villa Wayne all’avanguardia. Qui scopriamo che Bruce tiene non solo un diario, dove annota ogni singola notte per ricordarsela il giorno successivo, ma anche delle tecnologiche lenti a contatto in grado di registrare tutto. Un elemento davvero interessante e che mostra ancora una volta l’intelligenza di Batman. Ci viene poi presentato un Alfred vecchio e saggio, che ha paura per Bruce e per quello che fa. Non vuole che esca la notte a pocchiare i cattivi, rischiando la propria vita.

I VILLAIN

E a proposito di cattivi, questo film ne è pieno, ma chi è il villain principale ? La criminalità. Il crimine e la corruzzione sono i veri nemici del film. Batman deve lottare contro l’impero criminale di Carmine Falcone per tutto il film. A partire dal Pinguino fino ad arrivare ai corrotti cittadini di Gotham, schierati con l’Enigmista per smascherare la sporca verità di Gotham.

La corruzzione è un tema centrale di tutto il film. Le vittime dell’Enigmista difatti sono persone corrotte: poliziotti, giudici e procuratori distrettuali. Il che si rifà moltissimo a “Batman: Anno Uno”, la storia d’origini del personaggio, al quale Matt Reeves prende spunto in molti aspetti. A partire da Catwoman, che abita in una topaia insieme alla sua amica e i suoi gatti, esattamente come nell’opera di Frank Miller.

Robert Pattinson, Zoe Kravitz, John Turturro e Colin Farell
CONCLUSIONE E CONSIDERAZIONI

“La vendetta non cambierà il passato. Ne il mio, ne quello di chiunque altro. Devo diventare qualcosa di più. Le persone hanno bisogno di speranza”


E’ così che si conclude la narrazione di Batman. Un Batman cambiato, cresciuto, maturato. Non più vendetta, ma speranza. Speranza per la città e speranza per i suoi abitanti. Ha ancora un pò da maturare, ma già si classifica al primo posto come miglior Batman cinematografico, distaccandosi completamente dalla leggendaria trilogia di Nolan. Poca è l’azione, ma tanto è l’intrattenimento. 3 ore che filano lisce senza mai annoiare.

Un thriller diretto maestosamente e recitato ancora meglio. Le ambientazioni, la fotografia e le musiche sono perfette, i personaggi hanno molte caratteristiche fumettistiche, ma mantengono comunque un grande realismo. Realismo su cui si basa tutto il film. Di errori ne ha davvero pochi, ma non è comunque un film perfetto. 9½ meritato. Si spera che il sequel sia all’altezza, e con l’introduzione del Joker di Barry Keoghan nel finale, potrebbe venire fuori un film molto interessante.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.