Marvel

SECRET INVASION – LA SERIE HA CAMBIATO LA MORTE DI IRON MAN? (2023)

Tra le tante domande lasciate senza risposta dal finale di Secret Invasion, serie con protagonista Samuel L. Jackson, una in particolare ha confuso molto i fan.

All’interno della serie vediamo Everet Ross, interpretato da Martin Freeman, e scopriamo che il suo personaggio era uno skrull. Nonostante non venga esplicitamente detto, sembra che Ross si trovi lì da poco tempo.

⚠️ ATTENZIONE: ALLERTA SPOILER SU “SECRET INVASION” ⚠️

Al suo fianco però, nel sesto episodio della serie, possiamo vedere James Rhodes, interpretato da Don Cheadle.

Rhodey indossa un camice da ospedale e non riesce a camminare, facendo quindi intuire che è stato sostituito da uno skrull già prima di Avengers: Endgame. Ma quindi il suo personaggio non ha assistito alla morte di Iron Man?

Secret Invasion

PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATI SU TUTTE LE NEWS SUL MONDO MARVEL, SEGUITE IL NOSTRO CANALE TELEGRAM!


IL REGISTA DELLA SERIE PARLA DEL FINALE

Questa rivelazione ha completamente sconvolto i fan, molti hanno anche criticato che in questo modo la morte di Iron Man ha perso di significato, dato che “Rhodey” piange sul suo cadavere.

Il regista di Secret Invasion, Ali Selim, è stato recentemente intervistato da The Hollywood Reporter per parlare del finale della serie, in particolare riguardo a Rhodey.

Prima di tutto, Selim ha parlato dei poteri che possiamo vedere nel raccolto:

Inizia con Kevin Feige che dice: “Tutti i superpoteri sono ammessi. Divertitevi’, e poi abbiamo fatto lo storyboard. Ci chiedevamo: “Quali sono i superpoteri che potrebbero accadere dopo?” E poi abbiamo fatto delle acrobazie per capire quali superpoteri possono accadere dopo e quali no, solo a causa del posizionamento fisico degli attori. E poi, con i VFX, alcune cose non potevano funzionare perché sembravano strane passando da questo a quello in un istante.

Ali Selim

Il regista si è poi espresso sulle critiche che potrebbe ricevere per via della rivelazione su Rhodey, che non ha potuto quindi assistere al funerale di Tony Stark:

Ho paura di ricevere minacce di morte per questo motivo e anche perché sono l’uomo che ha fatto fuori Maria Hill. Quindi ora mi sto nascondendo.

Ali Selim
Secret Invasion

Ali ha poi parlato del personaggio di G’iah e dei suoi superpoteri, che a quanto pare la rendono il personaggio più potente del Marvel Cinematic Universe:

Odio sviare qualsiasi domanda, soprattutto la prima, ma cosa le succederà è una grande domanda per Kevin Feige. Ho trovato che non solo i suoi superpoteri, ma anche la sua intesa con la Sonya di Olivia Colman avessero un grande potenziale per lanciare qualcosa di tosto, come donne forti che vanno avanti.

Ma per me è stata anche un’ottima risoluzione della storia che stavamo raccontando. Quindi, se continuerà, sarà emozionante ed enorme, e se questa è la risoluzione, sono entusiasta come spettatore.

Ali Selim

Gli è poi stato chiesto se la scena di combattimento tra G’iah e Gravik fosse stata difficile da girare:

Sì, la preoccupazione più grande è sempre stata che si confondessero, e abbiamo sempre applicato a G’iah reazioni emotive che la aiutassero a riconoscere ciò che stava accadendo. E magari che dessero anche al pubblico un attimo di respiro per rendersi conto di ciò che lei stava realizzando mentre accadeva.

Quindi, sì, è stata una grande attenzione in quel periodo, ma anche mesi e mesi e mesi. C’è stata quindi molta attenzione alla storia, ma anche ai vincoli che la storia poneva alle sequenze. Merito dei grandi stunt e della seconda unità, guidati da Rob Inch, e del grande reparto VFX guidato da Aharon Bourland.

Ali Selim

Ha poi continuato:

Anche gli storyboard artist con cui abbiamo lavorato: Ian McCaffrey a Dublino e Aaron Sowd a Los Angeles. Tutti noi abbiamo avuto il polso della situazione su come sarebbe stata questa sequenza e, durante lo storyboarding, Aaron ha una profonda conoscenza del MCU e si basa sui fumetti.

Ma Ian non è un esperto del MCU, è più un coreografo. Così abbiamo messo insieme queste due idee: cosa potrebbe essere tratto dal MCU e cosa sembra lirico e funziona? Quindi c’era un sacco di gente diversa che spingeva e perseguiva, e credo che sia diventato un combattimento molto divertente ed elegante.

Ali Selim

Selim ha poi parlato dell’esperienza sul set durante le riprese del dialogo tra Gravik e Fury all’inizio del finale di serie:

Vorrei poter dire che è stato il giorno stesso, ma sono stati diversi giorni. Era una sequenza molto complicata e abbiamo girato cose che non sono finite nella versione finale. Ma si trattava di un processo attoriale. Sam è un tipo da una a quattro riprese. Ben Mendelssohn è uno che fa letteralmente cinque riprese. È alla quinta ripresa che non si riesce a immaginare qualcosa di meglio.

Ma Kingsley ama lavorarci e ci lavorerebbe tutto il giorno. Ho la sensazione che probabilmente ci abbia chiesto di rifare quel discorso sei-otto volte, quindi è un processo diverso e un modo diverso di trovare il proprio fondamento e il proprio punto d’appoggio. È stata anche una scena altamente tecnica, perché il set era reale, ma tutto ciò che andava oltre il set era VFX.

E a un certo punto, c’erano altre persone nella scena che dovevano essere prese in considerazione con i movimenti di Gravik. È stato quindi un momento complicato, ma anche, come lei ha notato, profondamente personale tra questi due personaggi. C’è una vulnerabilità che raramente si vede nel MCU, in cui due personaggi parlano delle loro ferite piuttosto che sfogare la loro rabbia. Quindi è stato divertente per me, perché era più un momento di recitazione.

Ali Selim
Secret Invasion

Quando gli è stato chiesto se Don Cheadle avesse voluto sapere con certezza da quanto tempo Rhodey è uno skrull, Selim ha risposto:

No, non me l’ha mai chiesto. È un grande collaboratore. Era un tipo dettagliato e logico che non diceva: “Da quanto tempo sono…?” Ma diceva: “Lasciate che vi dica perché avrei potuto essere, e lasciate che vi dica perché non avrei potuto essere”, che è un modo interessante per arrivare al suo personaggio.

Quindi direi a tutti, tornate indietro e visitate tutte le scene di Rhodey nel MCU e vedete come le spacchettate ora che avete una prospettiva leggermente diversa su Rhodey o Skrull. Ma non so se c’è una risposta definitiva. Penso che sia ancora aperta all’interpretazione.

Ali Selim

Selim ha poi parlato nello specifico della morte di Maria Hill e di Talos all’interno della serie:

Non ci sono giorni tristi con Cobie Smulders. Lei è capace di fare. Si presenta, fa il suo lavoro, lo ama e porta uno spirito incredibile. Lei e Sam si sono salutati in modo agrodolce, ma chissà dove andrà a finire Maria Hill. Non credo che abbia superpoteri o sieri che la terranno in vita per sempre, ma potrebbero sempre fare un film che si svolge prima del 2023, in cui Maria Hill si fa vedere.

E Ben, devo dire che è stato un po’ lo stesso. Ama far parte del MCU, è grato di esserci e se vogliono ucciderlo, morirà. Sa anche che nel MCU tutto può accadere e che lo riporteranno indietro se troveranno un modo per farlo.

Ali Selim

Ali ha poi commentato l’assenza di una post-credit alla fine della serie:

Forse ci sono state discussioni negli uffici superiori in cui non ero coinvolto, ma non lo so. Penso che si usino le post-credit per lanciare qualcosa o per risolvere qualcosa, e forse questa storia sembra risolversi da sola. Quindi non so cosa stiano lanciando, se non che Nick Fury è salito sull’astronave per prepararsi a The Marvels.

Ali Selim
Serie

SEGUITECI ANCHE SULLA NOSTRA PAGINA INSTAGRAM PER RIMANERE SEMPRE SUL PEZZO!


LE CONSEGUENZE DELLA SERIE SU IRON MAN

La rivelazione di Rhodey ha confermato che il personaggio non è al corrente della morte di Tony Stark, avvenuta in Avengers: Endgame.

Ciò significa che lo skrull che ha sostituito Rhodey ha finto di piangere per Iron Man, oppure potrebbe essersi davvero affezionato al supereroe.

Un grande problema però riguarda Gravik: il personaggio ha iniziato il suo piano contro Nick Fury soltanto dopo il blip, come viene detto più volte negli episodi della serie, perciò è abbastanza insensato che uno skrull si sia infiltrato negli Avengers senza un vero motivo.

Per il momento una risposta chiara su cosa è esattamente successo non è stata data, ma possiamo aspettarci di riceverla in Armor Wars.

Secret Invasion

Voi cosa ne pensate? Secondo voi Secret Invasion ha rovinato Avengers: Endgame? Vi è piaciuta la scelta di rendere Rhodey uno skrull nella serie?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *